L’American Society of aesthetic plastic surgeons, società di chirurghi plastici quindi inevitabilmente esperti di rughe e cosmetici antietà, ha lanciato un allarme alle consumatrici. Meglio diffidare delle creme estremamente costose, con elementi di base insoliti quali bava di lumaca, veleno di serpente o simili, perché promettono molto senza garantire nulla, al contrario delle buone vecchie creme antirughe tradizionali.

=> Scopri i nuovi cosmetici a base di ingredienti bizzarri

Chi tenta di mantenersi giovane a tutti i costi può finire preda di molti abbagli. Si pensi alla maschera alla bava di lumaca, alla placenta di pecora o con veleno di serpente, o ancora rimedi composti da pietre preziose, come diamanti o oro. Tutti prodotti cosmetici che hanno in comune prezzi esorbitanti, ma che di fatto non possono garantire alcuna efficacia, visto che non è ancora stato provato scientificamente il loro effetto sulla pelle. Da qui l’avvertimento dei chirurghi plastici:

«Sono pari alle creme anti-età più economiche perché, oltre a contenere ingredienti esotici la cui efficacia va ancora dimostrata, contengono i “grandi classici della cosmesi” ovvero retinoidi, acido glicolico e alfa idrossiacidi che sono efficaci antirughe ma sono anche contenuti in creme meno costose.»

=> Scopri come combattere l’invecchiamento della pelle su più fronti

Sono molti a cadere vittime delle promesse dei trattamenti costosi, già da giovani, garantendo così introiti da capogiro alle case cosmetiche anche in tempi di crisi. Mentre l’unica cosa certa al momento è che solo alfa idrossiacidi e vitamina C hanno effetti anti-invecchiamento scientificamente dimostrati, ma ci sono stati studi incoraggianti anche su vitamina A e B, ingredienti alla base dei prodotti più economici. E soprattutto il segreto fondamentale per la freschezza delle pelle è semplicemente quello di mantenerla idratata con semplici creme idratanti, usare filtri solari, dieta equilibrata e evitare il fumo.

Fonte: Ansa, Surgery