La crisi economica incide sulla spesa? Se ne saranno accorti tutti, chi prima o chi dopo, che non solo, da tempo, non è facile arrivare alla fine del mese, ma che si hanno difficoltà ad acquistare generi anche di prima necessità come i prodotti alimentari, che in passato erano qualcosa a cui neppure si badava.

Eppure è un dato di fatto ora: la crisi economica incide sulla spesa del 60% degli italiani, non solo coloro che comprano ancora nei rarissimi empori, ma anche nella grande distribuzione, nei discount in cui tutto costa poco. Lo dice un’analisi della Coldiretti, che ha riletto i dati Istat sul commercio al dettaglio.

Nello specifico, nel mese di aprile del 2012 c’è stato un calo negli acquisti di generi alimentari del 6,1%. E dato che non si sono messi tutti a dieta all’improvviso, la causa è appunto nella crisi economica, che ormai attanaglia come una piovra dai mille tentacoli le tasche degli italiani e il loro potere d’acquisto.

Tra i prodotti alimentari sono in calo le vendite di frutta (3% in meno), seguite dal vino (2%), carne di maiale (2%). Gli acquisti nei discount calano del 3%, mentre i piccoli empori registrano un meno 8,7%. Sei italiani su dieci rincorrono le offerte di supermercato in supermercato, il tre per due, ma anche le offerte base: perché se c’è crisi diminuiscono le quantità e, unica nota positiva, anche gli sprechi di cibo.

Fonte: Reuters.