Una voce che sicuramente sentiremo ancora nei prossimi anni. Si prepara un bellissimo futuro per Cristian Imparato, il piccolo vincitore della finale di “Io canto”, il talent per bambini condotto dall’eclettico Gerry Scotti, che, smessi i panni di presentatore di quiz e “corride”, ha visto fronteggiarsi dei veri fuoriclasse a dispetto della loro giovane età.

A partire dai vincitori del premio della giuria, Chiara Sapienza e Mirko Pio Coniglio, la cui bravura però non ha potuto competere con quella del piccolo Cristian, di cui resteranno alla storia le interpretazioni, in particolare quella di “New York, New York”.

“Io canto” si è conclusa in tarda serata ieri e, come al solito, ha dato del filo da torcere a “Ballando con le stelle“. Ma per gli appassionati di canto per i più piccoli si prepara già la prossima edizione di “Ti lascio una canzone”, il format originale della trasmissione, che ricomincia il prossimo 27 marzo, presentato come sempre da un’effervescente Antonella Clerici.

Canale 5 intanto registra il successo e si prepara a continuare sulla stessa falsariga. Il direttore della rete Massimo Donelli ha commentato:

È un programma spettacolare, tenero, familiare, emozionante che milioni di italiani hanno seguito con simpatia e affetto per dieci settimane. Tutti noi di Canale 5 siamo davvero orgogliosi del successo di “Io canto”. E vogliamo particolarmente ringraziare Gerry Scotti, impeccabile padrone di casa, e Roberto Cenci, direttore artistico e regista di uno show in cui entrambi hanno profuso professionalità e passione. Ma la nostra gratitudine va anche alle donne e agli uomini di Mediaset che, con orgoglio, hanno lavorato senza sosta per dieci settimane creando un clima bellissimo nello Studio 20 di Cologno Monzese.

Il piccolo Cristian vince un soggiorno-studio negli Stati Uniti: potrà frequentare un corso di canto sotto la guida di David Foster, già maestro di Madonna, Celine Dion, Andrea Bocelli, Barbra Streisand, Michael Jackson, George Harrison, Mariah Carey, Whitney Houston, Michael Bublé e molti altri. Una possibilità non da poco che ci farà vedere, la prossima volta, un Cristian più bravo che mai.