Le amanti di chef quali Gordon Ramsay, uno degli chef più famosi e pagati al mondo, protagonista di parecchi programmi televisivi, sa benissimo che anche ciò che può apparire un piatto semplice e senza pretese può risultare abbastanza difficile da preparare, o comunque che esistono dei segreti e delle tecniche che lo trasformano da buono in ottimo.

Questa accade anche per il croque monsieur, un tipico toast che è apparso per la prima volta, almeno così racconta la tradizione, in un caffè parigino nel 1910. Non sappiamo se è la verità, ma sta di fatto che questo panino si presta per diverse occasioni e può essere reinventato in tantissimi modi.Il croque monsieur è un toast parecchio sostanzioso, che può, se accompagnato magari da un’insalata, anche sostituire un pranzo, in quanto ha un apporto calorico piuttosto elevato.

Comunque, per la sua preparazione sono necessarie, di base, tre fette di pane in cassetta a persona, della besciamella e del formaggio gruviera. A questi ingredienti standard se ne possono aggiungere altri a piacimento secondo gusto, voglia o fantasia.

Per esempio: munitevi di carta da forno e mettete la prima fetta di pane, spalmate sopra una cucchiaiata di besciamella, poi mettete del prosciutto crudo e una fettina di mozzarella di bufala. Ripetete l‘operazione con un’altra fetta di pane e poi chiudete il panino, cospargendolo di formaggio grattugiato.

Mettetelo in forno per una decina di minuti, o almeno fintanto che il formaggio sarà fuso e servite bollente…