Come trasformare un semplice oggetto, un giocattolo ormai famoso da anni, in un ottimo prodotto di intrattenimento tecnologico basato sugli ultimi ritrovati dell’elettronica?

La cosa non deve sembrare semplice, eppure Techno Source, un team di ingegneri che ha lavorato per tre anni al progetto, ci è riuscito, realizzando un cubo di Rubik elettronico. Il sistema è semplice, e si basa sulla tecnologia touch screen: basta infatti toccare i piccoli quadrati colorati per farli scorrere fino al raggiungimento dell’obiettivo del gioco: avere le sei facce del cubo di sei colori diversi.

Oltre ai sensori presenti su tutte le facce, questo cubo possiede anche un accelerometro in grado di riconoscere se gli spostamenti sono voluti dal giocatore o provocati da un tocco accidentale, visto che abilita solo i contatti effettuati sulla faccia del cubo che in quel momento si trova in alto.

Altre caratteristiche sono una memoria interna che ricorda la disposizione di ogni singolo quadrato anche quando si interrompe il gioco, in modo di poter ricominciare ogni volta il gioco così come lo si è lasciato, ed un sistema di simpatici effetti sonori con volume regolabile.

Questo gioco verrà commercializzato a partire dal prossimo autunno ad un prezzo di 149,99 dollari.