Le riviste di arredamento e di design ne sono piene: la cucina bianca è un must irresistibile per chi ristruttura casa o deve arredarla ex novo. Luminosa, brillante, il suo candore dà un senso di pulito, di accoglienza e di modernità al tempo stesso.

Certo, tutto questo bianco in un ambiente che per via delle attività svolte qui, dal cucinare al mangiare, si sporca facilmente e va tenuto pulito potrebbe spaventare.

Tuttavia basta seguire alcuni consigli e procedere con gli abbinamenti corretti per vivere felici e contenti nella propria luminosa cucina bianca: vediamone alcuni.

  • Approfittate del colore bianco per creare armadi alti fino al soffitto: in cucina, infatti, lo spazio non basta mai e degli armadi molto alti possono essere la soluzione per la dispensa o per riporre pentole ingombranti, padelle, piatti, frullatori e mixer. Il bianco permetterà all’ambiente di non divenire opprimente e non avrete il problema di spolverare sopra gli armadi.
  • Inserite colori accesi per spezzare il bianco abbagliante: per spezzare la monotonia del bianco potete scegliere due o tre colori che stanno bene tra loro e inserirli qua e là, per esempio con le mattonelle paraschizzi, il tappetino, ma anche lampadario, tavolo e sedie.
  • Un’altra idea per inserire il colore è quello di farlo con oggetti utili alla cucina stessa, come libri di ricette, ceppi di coltelli, grandi ciotole con frutta e verdura colorata.
  • L’illuminazione è fondamentale per valorizzare la cucina bianca: approntate dei grandi punti luce sopra il tavolo, sopra il piano da lavoro, sopra i fornelli e dove è più necessario, evitando i piccoli faretti che ultimamente si utilizzano in cucina.
  • Aggiungete altri materiali a contrasto: scegliete un granito grigio scuro o nero per il top, rubinetti scuri e satinati oppure di ottone, legni scuri.
  • Puntate su materiali di qualità: la cucina bianca è molto intrigante, ma potrebbe rivelare l’usura prima di quella in altre tinte o sporcarsi se di materiali non solidi o appositamente trattati. Meglio scegliere legno d’acero o comunque materiali di qualità, per non ritrovarvi in breve con una cucina dal piano giallino e dagli angoli rovinati.
  • Per dare movimento alle superfici bianche scegliete mobili componibili con vari moduli: portaspezie, mobiletti, carrelli, la varietà delle forme sarà fondamentale per rendere lo spazio meno monotono.
  • Pulite spesso le superfici: con tutto il suo fascino, la cucina bianca ha comunque un difetto, si sporca facilmente. Quando utilizzate i ripiani puliteli immediatamente, per evitare che assorbano unto e si macchino, mentre una volta al mese effettuate una pulizia di tutte le superfici.
  • Tra le proposte più di tendenza, abbinare la cucina bianca a complementi in stile industrial: ghisa e ottone per rubinetti e maniglie, lunghi sgabelli in ferro, lampade e orologi industriali renderanno l’ambiente sofisticato e dal sapore vintage.
  • Se non volete puntare sul moderno, potete declinare la cucina bianca anche in modalità shabby chic: il legno bianco si abbina a colori neutri, a vimini, a lavagnette per lasciare messaggi, a romantici barattoli e tessuti retro.