Dalle caratteristiche che ricordano in parte la tradizione giapponese e quella cinese, la cucina coreana è ricca di sapori, spezie e verdure. È anche una delle cucine più salutari, basata su ingredienti semplici ma allo stesso tempo molto saporiti.

Ecco allora alcune idee per aggiungere un tocco orientale ai vostri piatti utilizzando o rielaborando alcuni ingredienti di questa {#cucina}.

Molto diffusi in Corea sono i daikon, ravanelli bianchi dalle dimensioni abbondanti, più simili a delle rape vere e proprie. Sono ricchi di vitamina C e antiossidanti, ottimi per abbattere i livelli di diabete. Da provare come contorno tagliati alla julienne e saltati in padella con un filo d’olio, oppure come un secondo piatto se stufati con il pesce o la carne.

Gli enoki sono invece una qualità di funghi che cresce “a mazzetti”, dalla forma allungata e di colore bianco. Sono ricchi di chitina a grazie alle loro proprietà possono essere di aiuto nell’abbassamento dei livelli di colesterolo. Si mangia solo la parte terminale del fungo che, una volta tagliata dalla base, può essere utilizzata per condire insalate, zuppe e sughi.

Le alghe, molto diffuse in tutta la cucina orientale in generale, sono invece un ingrediente del tutto estraneo alla nostra tradizione culinaria, pur essendo un alimento ricco di proprietà benefiche. Hanno infatti un forte potere disintossicante, aiutano fegato e reni e favoriscono la digestione. Da provare stufate o saltate in padella assieme a delle verdure nostrane oppure, per i più temerari, marinate con limone, carote e cetrioli.

Il kimchi è un piatto vero e proprio, uno dei più tradizionali della cucina coreana. Gli ingredienti base sono cavolo e spezie come peperoncino piccante, zenzero, aglio e sale. Alcune varianti della ricetta originale prevedono l’utilizzo di cipolle, zenzero, pesce salato, frutta e pesce fresco. Il kimchi è considerato un secondo piatto, ma può essere utilizzato come condimento per guarnire panini, per accompagnare la carne o come contorno a del riso.

È il condimento più famoso di tutta la Corea, la salsa di peperone, ricca di capsaicina, un fitochimico che aumenta il senso di sazietà. Ottima per aggiungere un tocco piccante a dei secondi piatti come la carne o per dare un sapore più deciso a delle verdure arrosto.

I noodle sono i caratteristici spaghetti di grano saraceno, molto diffusi anche in Giappone oltre che in Corea, solitamente serviti con del brodo caldo. Un piatto ideale per i celiaci, dato che non contengono glutine. La rutina contenuta nel grano saraceno, inoltre, svolge un’importante azione antiossidante e contrasta l’insorgere del colesterolo. Oltre alla ricetta tradizionale con il brodo, i noodles possono essere fatti saltare in padella con verdure e pesce per un pasto veloce e leggero, ma non sempre poco calorico.

Fonte: Womenshealthmag