La cucina etnica è una grande passione per molte persone. Ma spesso si sente il bisogno di preparare qualcosa in casa che abbia il gusto dell’esotico. Certo, fare un viaggio e assaggiare i piatti tipici in loco, o recarsi presso ristoranti etnici in Italia è sempre una bella esperienza, ma per portare del cibo etnico sulla propria tavola bastano pochi tocchi. Nelle città o nei paesi più grandi è molto facile trovare gli ingredienti più impensabili, spesso in piccoli empori fortemente specializzati, ma anche presso quei distributori presso cui si possono acquistare prodotti se si è muniti di partita IVA. Ecco quindi alcune idee per ricette semplici.

Dalla cucina etnica cinese vengono gli spaghetti di soia. Tra le ricette per prepararli, da provare gli spaghetti di soia con i frutti di mare. L’ideale è bollire i frutti di mare freschi e aggiungerli agli spaghetti con un filo d’olio d’oliva, del prezzemolo fresco e del pepe nero macinato. Se i frutti di mare sono surgelati, si possono invece saltare in padella e condirli allo stesso modo. Quando si fanno bollire gli spaghetti di soia, si deve badare a girarli con una forchetta, perché non diventino una pappina informe.

Particolarmente buono e facile da preparare è un particolare tipo di sushi, dalla cucina etnica giapponese, il California roll, che prevede un grosso rotolo di cetriolo, avocado, polpa di granchio e formaggio spalmabile Philadelphia. L’alga nori può essere utilizzata o no a piacimento, ma così come il wasabi e lo zenzero si potranno trovare facilmente nella distribuzione all’ingrosso.

Se invece si desidera ricreare tutto il gusto del Mediterraneo, il couscous è quello che ci vuole. Per rendere il couscous acquistato in supermercato, ma anche in qualche ricorrenza in cui si trovino bancarelle con prodotti dal mondo, è meglio bollirlo con il brodo, di carne o vegetale secondo le preferenze e il condimento scelto, anziché con l’acqua salata, e un po’ d’olio. Il condimento può essere formato da tocchetti di carne o di pesce, o entrambi e le verdure miste che si preferiscono. L’ideale prevede carote, cetrioli, zucca, peperoni, melanzane, pomodori e cipolline. Infine, basta qualcosa di veloce per portare in tavola il sapore della Grecia, magari con un insalata di feta, con funghi trifolati, rondelle di pomodoro e olive, naturalmente greche.