La nostra cucina è stato uno dei principali motivi per cui l’Italia è tanto famosa all’estero. Non esiste città nel mondo che non abbia almeno un ristorante italiano in cui vengono proposti piatti che richiamano la nostra tradizione.

Anche se è un fenomeno che certamente ci rende molto onore sappiamo bene che in quei ristoranti non si mangia la vera cucina italian, ma una sua reintrerpretazione.

A confermare questo fenomeno è una ricerca dell’Accademia italiana della cucina che ha studiato, attraverso le sue 74 delegazioni sparse nel mondo, come la cucina italiana viene proposta all’estero.

Secondo i risultati il 60% dei piatti italiani proposti all’estero sono da considerarsi come una libera interpretazione delle nostre ricette, nel migliore dei casi, se non, addirittura, delle maldestre riproduzioni. Questo accade perché all’interno delle cucine di questi ristoranti difficilmente si trovano persone che hanno esperienza diretta della cucina italiana.

Dalla ricerca, inoltre, emerge che il piatto che all’estero ha riscosso il maggior successo è stata, e non c’erano dubbi, la pizza, a cui seguono, nell’ordine, il tiramisù,  le lasagne, le scaloppine di vitello e la pasta al ragù

Tra le città che hanno una maggiore presenza di ristoranti italiani abbiamo Melbourne, che ne ha 1000, seguita da Sidney, New York e Montreal con 500. In Europa la città che meglio rappresenta la nostra tradizione gastronomica è Parigi, con 400 ristoranti italiani.