La cucina italiana è amata in tutto il mondo, è sinonimo di qualità e di bontà nel cibo ma allo stesso tempo è anche la più fraintesa. Ci sono infatti tutta una serie di stereotipi o di piatti che vengono attribuiti alla nostra tradizione, ma che in realtà non ci appartengono. Ecco dunque una serie di luoghi comuni da sfatare.

La cucina italiana ha un’altissima considerazione negli altri paesi, eppure ci sono un sacco di falsi miti che la circondano e che spesso si rivelano falsi. Vediamo alcuni degli stereotipi più abusati, adottati in varie parti del mondo e attribuiti alla nostra cucina.

Uno degli esempi più tipici che possiamo fare al proposito è quello della celebre “Caesar’s salad“. Celebre sì, soprattutto negli Stati Uniti, mentre da noi è pressoché sconosciuta. Questo tipo di insalata è attribuito allo chef di origini italiane Caesar Cardini, ma non rappresenta certo un piatto tipico della nostra cultura. Altro piatto che certo non appartiene alla nostra tradizione tipica è la pasta con la carne di pollo. Soprattutto negli Stati Uniti, viene considerato un classico piatto italiano, ma sappiamo benissimo che non è affatto così.

Rimanendo in tema di pasta, un piatto prelibato negli Usa sono gli spaghetti con il ketchup, forse confuso con il nostro sugo di pomodoro. Da noi un abbinamento del genere viene considerato come semplicemente scandaloso. In molti paesi inoltre la pasta, così come il risotto, vengono serviti come un piatto di semplice contorno ed è anche questa una cosa per noi quasi “sacrilega”, visto che per noi sono un primo e non certo un contorno.

Sempre a proposito di pasta, il piatto italiano più amato ma anche frainteso nel mondo, la specialità forse più famosa negli Stati Uniti sono le “Fettuccine Alfredo“, un piatto con burro e Parmigiano Reggiano creato dal cuoco romano Alfredo Di Lelio tanto popolare dall’altra parte dell’Oceano quanto poco dalle nostre parti.

Un altro falso mito da sfatare è quello del cappuccino consumato dopo i pasti. Un’usanza di molti paesi che però non corrisponde alla nostra, dove il cappuccino viene servito principalmente a colazione, mentre dopo i pasti prendiamo in genere un caffè normale.

In America esiste poi un piatto chiamato “Feast of the Seven Fishes”, ovvero il “banchetto dei sette pesci”, che viene servito la vigilia di Natale. Bene, questa specialità marina viene considerata una tradizione tipica delle vacanze natalizie italiane, mentre da noi è del tutto sconosciuta. Questi sono solo alcuni degli esempi più celebri, ma è certo che con la sua popolarità la nostra cucina alimenta tanto gli apprezzamenti, quanto i fraintendimenti degli altri paesi del mondo.

Fonte: Italian Food Lovers.