Il sud America è il quarto continente al mondo per superficie e il quinto per popolazione, formato da ben 16 stati differenti. Questo può facilmente spiegare perché la cucina sudamericana sia così variegata: si passa dai freddi ghiacciai andini alle umide foreste colombiane, dalle coste basse e dorate dei Caraibi alle montagne innevate della Patagonia. A seconda di quale stato ci si trova, o addirittura zona, la {#cucina} ha infatti delle caratteristiche ben precise.

In Brasile, per esempio, troverete molti piatti a base di riso bianco e fagioli neri – la famosa feijoada – o a base di farina di manioca, come la ferofa. Tipico dell’area sul del paese e il churrasco, il codone di manzo alla griglia solitamente marinato in aglio e spezie. Bevanda tipica è la caipirinha, a base di zucchero, lime e cachaça.

Estremamente variegata è anche la cucina peruviana, una stratificazione di contaminazioni italiane, africane, francesi e perfino orientali. In linea generale la cucina peruviana è molto saporita e piccante e la maggior parte dei pasti viene accompagnata da del riso. Un piatto tipico del Perù è il ceviche, a base di pesce o frutti di mare marinati nel lime con sale e peperoncino. Altro alimento tipico di questo paese è la quinoa, che pur essendo una pianta erbacea che cresce in modo spontaneo sulle Ande, viene impiegata come un vero e proprio cereale. Popolarissima come bevanda è l’Inca Kola, dal sapore dolce e fruttato.

Lungo le coste del Venezuela si consumano prevalentemente pesce, crostacei e frutti di mare, mentre verso l’interno sono diffuse carne bovina, carne di maiale e pollame. Il sancocho, per esempio, è una zuppa a base di carne e verdure, ma a seconda della zona in cui vi trovate può essere preparata con pollo, carne bovina o, sulla costa, con il pesce.

Carne e {#alimenti} a base di farina sono i protagonisti della tradizione culinaria dell’Argentina. L’asado è il tipico arrosto a base di carne cotta secondo una speciale tecnica e condito con il chimichurri, una miscela di spezie fresche con olio, aceto e limone che si applica a fine cottura. Le tortillas sono un piatto molto diffuso come accompagnamento ad altre pietanze mentre los churros – pastella fritta a base di farina dalla forma allungata – sono dei dolci che si consumano spesso insieme alla cioccolata calda. Il chorizo, la tipica salsiccia dal colore rossastro insaporita con paprika, è molto diffusa in tutto il Paese.

Tipico piatto cileno è il charquekán, a base di carne di lama o manzo, patate, zucca, mais e piselli, molto gustoso e saporito. Altro piatto molto diffuso in Cile è il pastel del choclo, preparato con mais, carne di manzo, uova e patate. Una via di mezzo tra un pasticcio e una torta salata, è un piatto molto corposo.

In Ecuador è molto diffuso il consumo di carne, soprattutto pollo, lomo salado, il cordero (carne di agnello) e il chancho (carne di maiale). Verso la costa sono prevalentemente diffusi piatti a base di pesce e nella provincia di Esmeralda il pesce si prepara encochado, ovvero stufato nel latte di cocco.

Fonte: Cooking Light