Nessuna mamma è felice nel somministrare medicine al proprio bambino. Soprattutto quando si tratta di risolvere problemi non gravi ma molto fastidiosi. Nel primo anno di vita tutti i neonati devono fare i conti prima o poi con alcuni disturbi legati alla dentizione, alle coliche, agli eritemi e perché no al sonno.

A volte affidarsi a prodotti naturali può essere la soluzione migliore. Ma è assolutamente vietato utilizzare il passaparola o i rimedi fai da te. Mai lasciarsi influenzare dal racconto delle esperienze delle altre mamme, anche se positive non è detto che valgano universalmente. Molte erbe e oli essenziali non possono essere somministrati a bambini molto piccoli. Prima di prendere qualsiasi iniziativa meglio chiedere consiglio al farmacista o a un erborista qualificato.

Galleria di immagini: Cure omeopatiche

Le cure omeopatiche pur essendo naturali, e quindi nella maggior parte dei casi esenti da effetti collaterali, possono causare delle fastidiose allergie. Prima di utilizzare qualsiasi polvere, spray, o crema sul proprio bambino è bene applicarne una piccola quantità su una parte del corpo per scongiurare il rischio di qualche eruzione cutanea. Una maggiore attenzione va poi posta prima di applicare gli oli essenziali. Questi, infatti, devono essere scaldati a bagnomaria e solo in un secondo momento quando avranno raggiunto la temperatura giusta potranno essere spalmati sul corpo del bebè. Mai direttamente.

Uno dei problemi più frequenti nei bambini molto piccoli riguarda gli arrossamenti della pelle. Soprattutto nella zona pannolino. Per dare sollievo al prurito e combattere l’eritema basterà utilizzare un gel a base di aloe da applicare in piccole quantità più volte al giorno. Per l’eczema sono utili i prodotti altamente emollienti. Uno fra tutti l’olio di jojoba che essendo molto simile al sebo umano è ideale per contrastare la pelle secca e screpolata. Può essere utilizzato tranquillamente diverse volte in un giorno.

Alcuni bambini soffrono di un disturbo non doloroso ma sicuramente antiestetico che manda molto spesso in paranoia le mamme. Ovviamente si tratta della cosiddetta crosta lattea. Ottima in questi casi la pomata alla calendula, grazie alle sue proprietà lenitive e antinfiammatorie può essere applicata una volta al dì.

I pianti e i lamenti dovuti al dolore della dentizione sono quelli che commuovono maggiormente i genitori impotenti di fronte a questo evento del tutto naturale. Ogni bambino ha una storia a sé, alcuni non denunciano particolari problemi altri stanno veramente molto male. Una soluzione potrebbe essere quella di mettere un pizzico di polvere di camomilla direttamente sulla lingua. Questa infatti è in grado di alleviare i disagi tipici della dentizione come le gengive gonfie e doloranti, il mal di stomaco e l’irritabilità.

Già dal primo mese di vita poi il bambino deve fare i conti con dolorosissime coliche gassose. In questo caso il rimedio omeopatico più efficace è la Matricaria Chamomilla (un estratto della camomilla), che oltre a contrastare le coliche inibisce la diarrea. Si presenta sotto forma di granuli di zucchero molto apprezzati dai piccoli. Basterà somministrarne una dose ogni ora per non più di tre giorni.

La camomilla essendo un antinfiammatorio naturale è un toccasana anche per gli occhi appiccicosi. Basterà pulire gli occhi del bebè con un batuffolo imbevuto di camomilla tiepida.

Un olio efficace e molto dolce per i bambini è quello alla lavanda. Il suo effetto calmante concilia il sonno. Una raccomandazione è obbligatoria: mai utilizzarlo direttamente sulla pelle del bambino. Bisogna infatti diluirlo in una contenitore d’acqua che potrà essere posizionato vicino alla culla.

È abbastanza frequente che i bambini soffrano di congestione nasale e tosse. Nel primo caso è ottima l’acqua floreale all’eucalipto. L’olio essenziale è, infatti, troppo intenso per i neonati. Basterà massaggiarne una piccola quantità dietro la schiena oppure diluirne qualche cucchiaio nell’acqua del bagnetto. Sarà un ottimo rimedio per farlo respirare meglio. Per la tosse viene molto spesso utilizzata la Bryonia. Un rimedio sempre omeopatico ma che necessità di qualche attenzione in più. La confezione è dotata di foglietto illustrativo con tutte le indicazioni  a cui attenersi scupolosamente.

Largo al succo di prugna per combattere la stitichezza. Una valida soluzione per i bambini al di sotto dei 6 mesi. Ottimo anche lo zucchero di canna diluito in acqua tiepida (1 pizzico in 125 ml). Se il bebè ha superato i 6 mesi si può provare anche con un cucchiaino di succo d’arancia.

I rimedi omeopatici possono risolvere diversi lievi disturbi dei bambini, l’importante anche in questi casi è non esagerare.