Anche se l’essenziale è invisibile agli occhi, i difetti della vista non sono affatto da sottovalutare. Riconoscerli e prendere provvedimenti, che siano l’uso di lenti o il sottoporsi a interventi di correzione, diventa addirittura fondamentale per far si che non peggiorino.

Miopia, astigmatismo e ipermetropia sono i disturbi visivi più comuni. Anche la presbiopia è un difetto della vista. Questa però non viene considerata una malattia, ma soltanto una fisiologica riduzione della capacità di messa a fuoco, dovuta all’invecchiamento del cristallino – ovvero la lente dell’occhio.

Si parla di miopia, invece, quando è possibile vedere chiaramente gli oggetti vicini, ma sfocati quelli distanti. Questo disturbo è dovuto a un’eccessiva curvatura della cornea o del cristallino, o a un eccessivo allungamento del bulbo oculare, che fanno si che i raggi luminosi vengano focalizzati su un piano anteriore alla retina. Per questo difetto della vista è sempre più diffuso l’uso della chirurgia laser sulla cornea, con luce a frequenza pulsante.

Quando invece i raggi luminosi vengono messi a fuoco dietro la retina, perché il bulbo oculare è più corto del normale, si parla di ipermetropia. In questo caso, può capitare che il cristallino riesca a compensare il difetto, rendendolo quasi del tutto asintomatico. Il soggetto ipermetrope, però, si stanca molto facilmente nella visione, soprattutto se da vicino. In questo specifico caso è quindi importante effettuare una visita oculistica per una corretta diagnosi con conseguente correzione.

Per quel che invece riguarda l’astigmatismo, si tratta di una condizione dovuta a una deformazione della cornea, che presenta un profilo ovale quando normalmente ha una forma sferica. Le immagini, quindi, a qualunque distanza appaiono indistinte, schiacciate e distorte. Esiste anche una forma di astigmatismo provocato da alterazioni delle strutture interne all’occhio, soprattutto del cristallino.

Tutti i difetti della vista posso essere contenuti utilizzando delle lenti. Se invece non si ha voglia di dipendere dall’uso degli occhiali uno specialista può consigliare un intervento chirurgico con il laser, che risulta essere una procedura sicura e affidabile, offrendo risultati definitivi. Gli esperti però consigliano sempre di informarsi bene prima di decidere di sottoporsi all’intervento, perché non tutti possono affrontare la chirurgia refrattiva – come i diabetici o le donne in gravidanza.