La curcuma sarebbe in grado di prevenire infezioni e patologie agendo come protezione sul sistema immunitario. Questo è infatti il centro della salute e del benessere dell’organismo, per cui proteggerlo e rafforzarlo è fondamentale se ci si vuole sentire in forma e tenere lontano vari disturbi.

Oggi un valido aiuto nella prevenzione arriva da una spezia: la curcuma. Lo sostengono i ricercatori del Linus Pauling Institute dell’Oregon State University (Usa) e dell’Università di Copenaghen in Danimarca che hanno pubblicato uno studio sul Journal of Nutritional Biochemistry.

Sarebbe la curcumina presente nella curcuma, che è uno degli ingredienti base del curry, la responsabile nella protezione del sistema immunitario grazie alla sua capacità di potenziare gli effetti di un particolare gene capace di contrastare virus, funghi e batteri. Un toccasana quindi nella prevenzione di infezioni.

La curcumina aumenterebbe infatti i livelli di una proteina denominata CAMP dalla forte azione anti-tubercolotica. Questa proteina sarebbe ancora più esaltata dall’abbinamento con la vitamina D e con la curcumina che farebbe da integratore con le sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

La curcumina, principale componente del curry, è contenuta nella curcuma, spezia che si ricava dalla radice di una pianta che appartiene alla famiglia delle Zingiberacee e che viene comunemente utilizzata nella cucina indiana sin dall’antichità. Le sue proprietà inoltre sono già note e sfruttate dalla medicina tradizionale dell’India, l’Ayurveda.

E forse non è un caso che proprio in un paese ad alto rischio di contrarre infezioni e virus le spezie costituiscano il condimento usuale nell’alimentazione quotidiana. Per quanto riguarda noi occidentali l’uso della curcuma e più in generale del curry è aumentato negli ultimi anni con il dilagare dei ristoranti internazionali ma ancora si tratta di livelli troppo bassi per poter costituire una valida protezione del sistema immunitario.

Grazie a questo nuovo studio però è possibile sapere che, aumentando il consumo di questa spezia e facendola diventare quasi un’abitudine, nel tempo si potrà ottenere un valido aiuto contro le infezioni soprattutto quelle a carico dell’apparato intestinale e dello stomaco.

Un’idea per inserire la curcumina nella nostra alimentazione? Preparare ottimi piatti di derivazione indiana come un gustoso pollo al curry o anche primi piatti di pasta con curry e verdure. Ne guadagneremo in salute senza perdere in gusto.