Sarà per la crisi economica che ha colpito anche il nostro bel Paese, sarà per l’eccessivo costo di farmaci, visite e cure, fatto sta che sempre più persone rinunciano alle cure mediche per motivi economici.

Questo è quanto emerso dall’inchiesta condotta da Altroconsumo, riportata da AGI, che ha effettuato un sondaggio su un campione di oltre 1.100 cittadini italiani tra i 25 e i 74 anni. Secondo l’associazione, le spese mediche incidono per 273? a persona al mese e rappresentano il 14% delle uscite annuali del bilancio familiare. Una bella cifra.

A causa del costo eccessivo della sanità italiana, un nostro connazionale su dieci rinuncia alle cure mentre quando non se ne può proprio fare a meno si ricorre ad un prestito (presso familiari o banche) o si rinuncia ad altre spese non primarie, come abbigliamento, cinema e serate al ristorante, vacanze ed hobby.

Grave è soprattutto il fatto che un terzo di chi non è riuscito a curarsi per via del costo eccessivo della sanità ritiene che ciò abbia avuto conseguenze serie in termini di salute, soprattutto per i bambini.

Cari lettori di oneWoman, voi cosa ne pensate? Come si potrebbe provvedere in tal senso per migliorare la condizione?