Piccoli flash sul mondo dei bambini e dei genitori, per confermare o sfatare notizie esatte o errate.

Una recente scoperta afferma che il parto assistito può causare problemi di tipo comportamentale nel bambino. È la risposta a una domanda di varie mamme: il parto incide sul carattere del bambino? Sembra, infatti, che il carattere del bambino dipenda dal modo con cui è nato.

*Il parto influisce sul carattere del bambino?

Secondo una ricerca effettuata in Cina, i bambini nati con strumenti quali il forcipe (che in Italia non si usa più) o la ventosa mostrano problematiche comportamentali, quasi assenti nei bambini nati con parto naturale o taglio cesareo elettivo. I ricercatori hanno analizzato 4.000 bambini tra i quattro e i sei anni, raggruppandoli per tipologia di parto e hanno intervistato poi i loro genitori su una serie di argomenti quali la timidezza, eventuali stati d’ansia o depressione, difficoltà sociali o di attenzione. I risultati hanno dimostrato che i bambini nati con l’aiuto dei suddetti strumenti presentavano numerose problematiche, quelli nati con parto cesareo elettivo pochissime problematiche e quelli nati con parto naturale si trovavano nel mezzo.

*Scopriamo il potere del cervello

Lo sviluppo del cervello è senz’altro un fenomeno complesso, tuttavia sappiamo che il centro dominante de linguaggio si trova, nella stragrande maggioranza, nell’emisfero sinistro del cervello ed è strettamente collegato alla memoria. La parola ”orsacchiotto” non significa nulla per il bambino di un mese, ma se al piccolo viene continuamente mostrato il suo orsetto e sente la parola, crescendo, assocerà i due elementi. Quando l’avrà memorizzata, comincerà a pronunciare anche lui quella parola, inserendola all’interno di una frase.

*Parliamo di coccole

Sembra che i genitori di oggi, rispetto a quelli di una volta, siano nettamente più affettuosi con i propri figli. Secondo uno studio recente, su 2.500 intervistati il 90% dei neo genitori dice di esprimere maggiormente il proprio affetto verso i loro figli di quanto non facessero con loro i propri genitori. Sono convinti, infatti, che coccolare con cura il proprio bambino renda quest’ultimo più felice e più sicuro.