Un tuffo nel vuoto di 30 metri e poi l’impatto con il suolo. E’ morta sul colpo la 14enne di Fontanova che la scorsa notte ha deciso di togliersi la vita gettandosi dalla terrazza dell’ex hotel di Palace di Borgo Vicenza a Cittadella. Il motivo della tragica decisione? Non è certo, forse l’età difficile quale può essere l’adolescenza, forse gli insulti di qualche pseudo-amico conosciuto su Internet attraverso il Social Network maledetto: Ask.fm già in parte responsabile, in passato, di storie simili.

La ragazzina padovana era registrata con il nome di Amnesia, leggendo i botta e risposta degli altri utenti con lei si legge tanta sofferenza da parte sua, ma anche una stucchevole e gratuita violenza nelle risposte datele dai suoi interlocutori, tanto da poter parlare, tranquillamente, di cyberbullismo: “Tu stai bene da sola – scriveva un utente contro di lei – fai schifo come persona”. E ancora: “Spero che uno di questi giorni taglierai la vena importantissima che c’è sul braccio e morirai!!!”. “Sei una troia…”.

La ragazzina aveva più volte manifestato sia sul web, che nella vita reale le sue intenzioni autolesionistiche sulle pagine virtuali del social Ask.fm, ricevendo da alcuni coetanei, in più occasioni, l’invito a mettere in pratica le sue intenzioni. Tra i messaggi al vaglio ora degli investigatori, come scrivono i giornali locali, quelli che riportano veri e propri insulti, ma soprattutto quelli che sembrano istigarla a farla finita. Uno di questi, lapidario, dice: “ucciditi”, un secondo riporta il link del trailer del film Suicide room.