Dopo avervi proposto la borsa e il tavolo, torniamo ancora a parlare dell’impiego dell’energia solare nell’industria del lusso.

Questa volta vi mostriamo Czeers MK 1, un prototipo di motoscafo ad energia solare realizzato dall’olandese Delft Technical University Solarboat.

MK 1 non è il primo esempio di imbarcazione su cui viene sperimentato l’impiego dell’energia solare, ma è sicuramente il primo a proporsi per una produzione di serie nel diporto.

È costruito interamente in carbonio, materiale che consente all’imbarcazione di essere molto leggera, ed è lungo 10 metri. Nel video potete ammirare le prodezze di questo gioiello della tecnica:

La superficie esposta è interamente ricoperta di celle fotovoltaiche, per un’area di circa 14 metri quadrati. L’energia solare immagazzinata alimenta quindi il motore elettrico, dalla potenza di 80 kw. La presenza del pannello solare assicura al motoscafo una velocità di circa 30 nodi: un risultato davvero notevole, se pensiamo che non impiega nemmeno una goccia di benzina.

La carena di MK 1 è derivata da un motoscafo da competizione, elemento che contribuisce ad enfatizzare l’aggressività con cui il motoscafo si presenta.

Il team che ha realizzato questo prototipo ha reso noto che saranno prodotti ogni anno soltanto 10 modelli. Saranno quindi pochissimi i fortunati che potranno permettersi di solcare le acque con Czeers Mk 1, poiché già possiamo immaginare il suo costo elevato.

È però sempre più interessante notare come anche le aziende specializzate nella produzione di oggetti di lusso sperimentino tecnologie a limitato impatto ambientale: MK 1, come già detto, non utilizzando benzina ma energia elettrica, quindi non inquina le acque. Un bel segnale, che ci fa capire che spesso il lusso non deve essere solo bello, ma qualche volta può anche essere utile.