American Icon. È questo il nome di una fantastica Mini Cooper frutto della fantasia e del lavoro di Ken e Annie Burkitt, pionieri nell’uso artistico del cristallo. In occasione del National Stationery Show, che si terrà a New York dal 20 al 23 Maggio 2009 presso il Centro Convegni Jacob K. Javits, il team di CrystalArt ha ben pensato di ricoprire una normalissima Mini Cooper utilizzando la bellezza di un milione di Swarovski.

Ma non è tutto. Oltre all’esorbitante quantità di cristalli impiegata per dar vita a questo gioiello su 4 ruote, va sottolineato che gli Swarovski sono stati meticolosamente scelti in 50 sfumature di colore diverse per rappresentare ciascuno dei 50 stati che compongono l’America. Ogni singolo prezioso è stato incastonato a mano e il lavoro complessivo ha richiesto la pazienza di 4 persone che hanno lavorato senza sosta per circa 6 mesi.

MiniCooperSwarovski

Essendo un’automobile nata con l’intento di celebrare l’America, anche le immagini realizzate incastonando cristallo dopo cristallo non sono state scelte a caso. Dall’affascinante combinazione degli innumerevoli Swarovski colorati nascono, infatti, la maggior parte dei simboli più rappresentativi del paese a stelle e strisce: la Statua della Libertà sul cofano, la Casa Bianca sul retro, la famosissima scritta Hollywood su di una fiancata e l’immancabile bandiera sul tettino, sulla quale si impone ad ali spiegate la più emblematica delle aquile.

Il costo di questa estrosa Mini Cooper non è stato reso noto. Con ogni probabilità siamo in presenza di un modello destinato soprattutto a mostre ed esposizioni ma non è da escludere una futura messa in vendita qualora ci fosse qualche appassionato disposto a sborsare cifre bizzarre quasi quanto la macchina. Per il momento, comunque, la “macchina di cristallo” resta la stella indiscussa del museo londinese “Ripley’s Believe IT or Not”.