Il 25 novembre rappresenta la giornata mondiale della lotta contro la violenza alle donne e il mondo dello sport, accogliendo l’iniziativa dell’Associazione Artemisia di Firenze, scenderà sui campi di gioco indossando un fiocco bianco, simbolo della campagna che vede gli uomini impegnati in prima fila nel combattere un fenomeno di portata sempre più preoccupante.

La violenza domestica rappresenta, a oggi, la causa principale di mortalità per le donne in ambito domestico e, secondo le statistiche, in Italia ogni tre giorni si registra il decesso di una donna per mano del suo partner, attuale o ex. Con la finalità di sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema tanto delicato, alcuni volti noti e società del calcio e del basket nostrano, hanno deciso di indossare un fiocco bianco sulla propria casacca durante gli incontri in programma per il fine settimana.

Per quanto riguarda il campionato maggiore, sono state Fiorentina, Inter e Milan ad accogliere l’appello, affiancate da tutta la Lega Basket Serie A e da numerose squadre appartenenti alla FIP (Federazione Italiana Pallacanestro).

Si tratta di un’iniziativa che affonda le sue radici nel lontano 1989, quando 14 studentesse dell’istituto École Polytechnique di Montreal vennero uccise per mano del 25enne Marc Lepine. Le istituzioni e la cittadinanza maschile canadese decisero allora di doversi attivare affinché tragedie di simile entità non si ripetessero, dando vita a manifestazioni e iniziative che portarono nel 1991 alla nascita della giornata mondiale per la lotta contro la violenza delle donne.