Dopo il successo europeo della trilogia “Millenium“, trasposizione cinematografica degli omonimi romanzi dell’autore svedese Stieg Larsson, sono iniziate le trattative per il remake americano.

Uomini che odiano le donne” è il primo episodio della nota trilogia di romanzi polizieschi. Il remake, in programmazione per il 2012, sarà diretto dal regista David Fincher e si baserà sulla sceneggiatura di Steven Zaillian.

Sony ha contattato l’attore Daniel Craig per il ruolo del protagonista maschile, ovvero per intepretare Mikael Blomkvist.

La notizia ancora non è stata confermata, poiché le trattative sarebbero ancora in corso.

In realtà per lo stesso ruolo giravano vari rumor riguardo al possibile coinvolgimento prima di Johnny Depp e poi di Brad Pitt.

Comunque Daniel Craig, smessi i panni dell’agente 007, potrebbe ricoprire il ruolo del capo redattore e investigatore in “Millenium“.

Se l’idea di un remake americano della famosa trilogia di Larsson poco convince, la possibilità di ritrovare Daniel Craig nuovamente in un ruolo di azione e d’investigazione piace molto. Risulta però difficile pensare alle ambientazioni e alla fotografia dai colori freddi e opachi che caratterizzano Stoccolma ora ambientate negli Stati Uniti.

Inoltre se Daniel Craig può in qualche modo ricordare, almeno nei colori, Michael Nyqvist, ovvero l’attore che ha interpretato Mikael Blomkvist nella trilogia diretta da Niels Arden Oplev, molte perplessità riguardano la scelta della protagonista femminile. Infatti l’inquieta e problematica Lisbeth Salander ha ormai le fattezze della bravissima Noomi Rapace e sarà difficile immaginarsela con altri connotati.