Daniel Radcliffe, giovane attore britannico lanciato nel mondo del cinema dal ruolo del maghetto “Harry Potter“, è sempre stato vicino alla causa LGBT, tanto da guadagnare proprio il mese scorso il premio “Hero” (Eroe) consegnatogli dall’organizzazione no-profit statunitense “Trevor Project” che ha come missione quella di fermare i tragici suicidi tra i giovani in difficoltà con la propria identità sessuale.

Durante un’intervista con MTV, Radcliffe ha parlato della sua ammirazione per l’impegno dimostrato dalla stella del pop Lady Gaga che, dall’inizio della sua carriera, è sempre stata in prima linea nella difesa dei diritti gay, partecipando anche alla National Equality March tenutasi nel 2009 a Washington, negli Stati Uniti, oltre ad aver ribadito il suo supporto durante gli MTV Video Music Awards dello stesso anno e del 2010.

Galleria di immagini: Lady Gaga nuove foto per Terry Richardson

«Lei non ha peli sulla lingua. […] È meraviglioso che altre persone provenienti da ambienti diversi stiano dando il loro contributo. Voglio dire, lei ha un modo un po’ più vistoso di esprimere le sue intenzioni rispetto al mio e a lei si adatta molto meglio di quanto si adatterebbe a me. Ma abbiamo entrambi lo stesso scopo».

La giovane stella del cinema ha ammesso di non aver mai incontrato o partecipato ad alcun concerto di Stefani Germanotta a differenza dei suoi genitori, definiti dallo stesso Daniel “molto più avanti di lui per quanto riguarda la cultura pop”.

In un’intervista dello scorso anno, Radcliffe aveva già parlato del suo coinvolgimento nel “Trevor Project” e del suo modo di vedere il mondo gay, per lui assolutamente normale.

“Alcuni sono gay, altri etero — non fa alcuna differenza per me. […] Poiché sono cresciuto circondato da uomini gay, è sempre stata una cosa naturale per me. Non ho mai dovuto pensarci due volte.”