Dopo una decade sullo stesso set e con l’ultimissimo capitolo in uscita il prossimo luglio, i protagonisti della fortunatissima serie di “Harry Potter” sembrano ormai pronti per guardare al futuro. Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint parlano quindi di quelli che saranno i loro progetti lontani dal magico mondo di Hogwarts.

Daniel Radcliffe sembra malinconico:

Quando finivamo ogni film, ci potevamo sempre dire: “Ci vediamo il prossimo anno”.

I suoi piani per il futuro prevedono il thriller “The Woman in Black”, dove interpreta un giovane avvocato che arriva in un misterioso villaggio dove scopre il fantasma di una donna, quindi il debutto nel mondo del musical a Broadway con lo spettacolo “How to Succeed in Business (Without Really Trying)”.

Emma Watson invece dichiara:

Sono cresciuta con questa serie. Non mi è mai sembrato un lavoro, mi sembra una parte della mia identità. Nessun’altra infanzia è stata documentata tanto quanto la nostra.

La Watson ora vorrebbe dedicarsi allo studio e afferma che sarebbe bello anche solo potersi fermare per leggere un libro. Per lei però c’è anche un nuovo film, “My week with Marilyn” accanto a Michelle Williams in versione Marilyn Monroe.

Rupert Grint ha quindi parlato dell’ultimissima ripresa:

È stata una piccola scena casuale. Io ero bagnato fradicio. Noi tre saltiamo dentro un caminetto e questo è tutto. Avremmo dovuto concludere con qualcosa di più significativo, invece è andata in questo modo.

Per lui nel futuro c’è l’intenzione di spassarsela un po’ sul campo da golf, ma al cinema lo vedremo ancora: dopo “Wild Target” e “Cherry Bomb”, il prossimo anno Rupert Grint girerà “Eddie the Eagle“, in cui interpreterà il primo ski jumper britannico ad aver partecipato alle Olimpiadi invernali.