Danny Boyle, il famoso regista di “The Millionaire“, ha invitato l’industria cinematografica a ridurre i prezzi dei biglietti, in modo da incoraggiare le nuove generazioni a visitare con più frequenza il cinema. La proposta è stata fatta durante l’inaugurazione della kermesse National Schools Film Week, una rassegna che raccoglie più di 2500 priezioni gratuite per giovani studenti inglesi.

Il regista ha, inoltre, sottolineato come gli elevati costi del biglietto fungano da deterrente allo sviluppo del cinema:

Quando si va al cinema, vi è sempre il feeling di un’occasione speciale. Bisogna trovare tecniche di marketing più aggressive sul prezzo. Questo potrebbe aiutare il cinema tanto quanto le misure antipirateria.

Secondo Boyle, attualmente l’industria si starebbe concentrando su aspetti spettacolari, quali ad esempio il 3D, per aumentare il flusso di spettatori nelle sale. Questa politica potrebbe svantaggiare le produzioni più piccole, meno improntate a tali costose tecnologie.

A fine conferenza, il regista si è lanciato in alcune considerazioni sul proprio operato:

Cerco di afre ogni film come se fosse un action movie. Non mi sto riferendo necessariamente a pistole o a esplosioni, ma alla dinamica, al movimento.