L’era glaciale” ricomincerà ad aprile. A dare la notizia è il direttore di Rai Due Massimo Liofredi, durante la presentazione del programma che sostituirà la trasmissione della Bignardi dal 15 gennaio nel primetime, “L’ultima parola“, approfondimento di diciotto puntate condotto da Gianluigi Paragone.

Liofredi si è così pronunciato, per la verità restando sul vago:

Stiamo studiando il palinsesto, ma pensiamo che la Bignardi possa ritornare in aprile.

L’interruzione prima di Natale, con degli slittamenti orari ipotizzabili a causa di ospiti controversi come Morgan e Fiorella Mannoia, aveva creato non pochi dubbi sul fatto che la Rai volesse sdoganare Daria Bignardi, sempre più discussa dal punto di vista politico.

Eppure una certezza c’era: la Bignardi è ancora sotto contratto con la Rai, la quale aveva faticato non poco per sottrarla a La7. Inoltre, Paragone, in passato, non aveva raccolto consensi in termini di audience, per cui sembrava strano che la Rai rinunciasse invece alla Bignardi, che sulla rete cadetta aveva realizzato sempre degli ascolti molto alti. Sarebbe un suicidio televisivo per Rai Due rinunciare a “L’era glaciale”.