Il test di gravidanza è positivo, l’emozione tantissima: diventerai mamma! Ma quando nascerà il bambino? ? questa una delle primissime domande che si affacciano alla mente di una donna di fronte alla notizia di una gravidanza: se non vuoi aspettare il primo controllo dal ginecologo, vediamo insieme come calcolare la data presunta del parto.

La gravidanza si considera a termine dalla 37esima alla 42esima settimana di gestazione: calcolare il giorno in cui il proprio bebè verrà alla luce è certamente possibile, ma è necessario sapere che solo il 5% dei bambini nasce il giorno previsto. Quindi… ti sconsigliamo di ricamare ovunque la data di nascita di tuo figlio!

Tra il concepimento e la nascita trascorrono circa 266 giorni, cioè 38 settimane: poiché l’ovulazione (e quindi il concepimento) avviene di solito quattordici giorni dopo l’inizio delle mestruazioni, la data presunta del parto viene calcolata partendo dal primo giorno dell’ultimo ciclo e aggiungendo 40 settimane, cioè 280 giorni.

Ovviamente, sono avvantaggiate nel calcolo quelle donne che hanno un ciclo regolare perché le loro stime risulteranno più accurate e quindi affidabili; se la futura mamma ha un ciclo che dura meno di 28 giorni, la nascita avverrà con un leggero anticipo; se è superiore a 28 giorni, il bambino potrebbe venire al mondo qualche giorno dopo.

a cura di Valentina Fumo

Galleria di immagini: Belen Rodriguez e Santiago

photo credit: FrankGuido via photopin cc