David Fincher parla del suo “Millennium: uomini che odiano le donne” proprio nel giorno in cui la pellicola viene distribuita in Italia. Un elogio particolare del regista va agli attori protagonisti Rooney Mara e Daniel Craig, che secondo lui hanno interpretato appieno lo spirito del film, un remake che ha sollevato non pochi dubbi, per via della bellezza dell’originale che risale peraltro a non troppi anni fa.

Galleria di immagini: Presentazione a Roma di "Millennium - Uomini che odiano le donne"

Ma i dubbi si dissipano quando c’è la firma di David Fincher e “Millennium: uomini che odiano le donne”, nonostante un esordio al box office non proprio brillantissimo, sta raccogliendo consensi in particolare per gli attori Daniel Craig e Rooney Mara, che è candidata agli Oscar come migliore attrice. Il film ha anche altre quattro candidature agli Academy Awards.

David Fincher ha così elogiato Craig e Mara:

«Daniel Craig è perfetto nei panni di Mikael Blomkvist, è virile e con un tocco metrosexual. E Rooney Mara è tosta come Lisbeth. La forza di Daniel è di essere insieme molto mascolino, ma anche buffo, fragile. Lei fisicamente è più alta di Lisbeth, ma è ugualmente tosta: è riuscita a rappresentare una ragazza ferita ma combattiva.»

Fincher ha preso la decisione di rigirare il primo capitolo di questa saga letteraria perché riteneva che il film originale avesse tralasciato una serie di dettagli fondamentali. Attualmente c’è chi sta pensando anche a sceneggiare il secondo capitolo: all’opera c’è Steven Zaillian e sia Daniel Craig che Rooney Mara saranno nel nuovo film, ma c’è ancora incertezza se sarà riconfermato Fincher.

Fonte: Corriere della Sera.