Dylan Dog, il detective del paranormale creato dalla superba matita di Tiziano Sclavi, arriva al cinema. Dopo un primo e mediocre esperimento in “Dellamorte Dellamore” (1994), con Rupert Everett e Anna Falchi, il mitico fumetto ispira una nuova pellicola con il volto di Brandon Routh.

Il film s’intitolerà “Dead of Night” e sarà diretto da Kevin Munroe.

Scritto da Joshua Oppenheimr e Thomas Dean Donnelly, il film differirà dal fumetto di Sclavi per alcuni elementi: l’ambientazione sarà negli Stati Uniti, a New Orleans, e il simpatico aiutante Groucho non comparirà.

Nel film Dylan Dog (Brandon Routh), investigatore del paranormale, dovrà aiutare una donna (Anita Briem) il cui padre è stato ucciso da una creatura misteriosa. Al suo fianco, al posto di Groucho, ci sarà il fedele Marcus (Sam Huntington.

Il regista Munroe, nei mesi scorsi, ha dichiarato che la sua versione di Dylan Dog sarà molto realistica, con scarso utilizzo di CGI e un approccio vicino al poliziesco.

Il film dovrebbe uscire tra la primavera e l’autunno 2010.

Intanto dal sito ufficiale del film appaiono le prime foto che riguardano la scrivania di Dylan Dog, con la sua tazza di Scotland Yard, il clarinetto e addirittura il mitico galeone incompleto. Dan Forcey ha commentato la foto dichiarando:

“Scelgo questa foto in particolare per i nostri fan italiani, sperando che gli dimostri quanto apprezziamo il materiale originale nonostante siano stati apportati alcuni cambiamenti nel film”.

È difficile immaginare Dylan Dog senza il suo Groucho, è come fare un film sull’Ispettore Jacques Clouseau senza il suo servo-assistente cinese Kato.