Gli antipasti perfetti che qualità devono avere? Intanto non devono saziare troppo o non si arriverà mai al primo piatto, quindi devono essere leggeri, stuzzicanti, saporiti, ma possono essere anche colorati e divertenti. Ma come si fa? Ecco alcune idee di ricette, ma bisogna sempre ricordare che in cucina vale la regola della creatività: l’immaginazione può aiutare a creare l’illusione della bellezza dietro la verità del gusto.

Tra le ricette di antipasti che lasciano maggiore spazio alle decorazioni ci sono naturalmente i canapè. Questi, che posseggono solitamente una base piana, pane, pasta sfoglia, cracker o altro, possono prestarsi a “disegni” tridimensionali con altri ingredienti, trasformandosi in animaletti, faccine sorridenti o tristi, arabeschi da creare con sacca a poche oppure con i tubetti di maionese o paté. L’ausilio maggiore viene da ingredienti con forme arrotondate, come olive o pomodori. Questi ultimi in particolare possono essere trasformati in molte cose, come in una rosa, se opportunamente tagliati e rifilati. Anche la disposizione stessa del canapè nel piatto può risultare interessante, per ricreare cuori, fiori, pesci, stelle e via dicendo.

=> SCOPRI tutte le ricette di antipasti

Spesso l’aiuto nella decorazione degli antipasti viene dal piatto stesso in cui vengono inseriti, un contesto simpatico: molti piatti per antipasti hanno divisori interni, questo per agevolare l’inserimento in settori separati di sottoli, sottaceti o altri ingredienti privi di condimento. Altri tipi di antipasti potrebbero anche beneficiare di un eventuale commistione. Un esempio: si rivesta il fondo del piatto con del pane carasau, e si ponga all’interno del formaggio locale e degli ortaggi sottolio, come carote, peperoni ripieni al tonno, funghetti e così via. Il pane, una volta imbevutosi diventa ancor più delizioso.

Se si vuole offrire salumi e formaggi a tocchetti, l’ideale è infilzarli su spiedini di legno e poi inserire questi ultimi su di un’arancia che prima è stata lavata. In alternativa all’arancia, se dopo devono essere serviti pesce o fritture, si può pensare all’utilizzo di un grosso limone, da lasciare a tavola e tagliare, dopo averlo svuotato completamente, per condire il proprio piatto con il suo succo. Una disposizione simpatica per salumi e formaggi su un tagliere potrebbe essere quella della lumaca, creando dapprima una spirale e poi ricreando il corpo dell’animaletto.

=> SCOPRI le ricette del finger food