Demi Lovato è tornata di nuovo sulle disgrazie di cui è stata protagonista nell’ultimo anno, dall’ingresso in rehab, alla rottura con Joe Jonas, passando per i disturbi alimentari e i disordini emotivi che l’hanno portata a tagliarsi i polsi. E soprattutto sul fatto che tutti sapevano.

Stavolta Demi ha rilasciato una lunga intervista a Ryan Seacrest. A partire da quanto fosse diventata lei stessa insopportabile:

Galleria di immagini: Nuovo singolo di Demi Lovato

“Ero diventata una specie di bambina viziata sul set. Dovevo semplicemente crescere molto ancora, non che volessi davvero essere in quel modo. C’erano troppe cose che succedevano nella mia testa. Tutto ha continuato a ribollire finché non ho finito col fare cose di cui oggi mi pento.”

Magari ha qualcosa a che fare con il pugno in faccia alla sua ballerina, cosa che aveva suscitato un incredibile clamore, e aveva portato al suo ingresso in rehab. Ma secondo Demi, tutti sapevano dei suoi problemi:

“Era come l’elefante in mezzo alla stanza. Tutti sapevano. Stava avendo delle conseguenze su tutti gli aspetti della mia vita. Ero nervosa, irritabile, non era per niente piacevole lavorare con me. La mia famiglia sapeva che avevo dei problemi con il cibo da sei anni ormai. Sono riuscita a controllarmi con loro ma è arrivato un punto in cui stavo semplicemente mentendo a tutti sul cibo e sull’essere felice. C’è un sacco di pressione in questi giorni, mi sento come se vivessi in una città dove nessuna donna mangia.”

Sarà per quello che a un certo punto pensava di trasferirsi a New York, e del resto il fatto che Los Angeles sia ossessionata dall’aspetto fisico è cosa nota, tanto che anche Emma Watson aveva da poco dichiarato di esserne assolutamente spaventata. Demi comunque ha poi aggiunto di non aver mai pensato al suicidio, ma di aver passato:

“Dei momenti davvero molto molto scuri”

Poi la ripresa, simboleggiata, come lei stessa ha dichiarato, da quel tatuaggio “Stay Strong” proprio sopra i numerosi tagli che si era auto-inflitta sui polsi. Ma nemmeno tornare a cantare è stato facile, soprattutto perché ha scelto di raccontare tutto con il suo nuovo album:

“Stavo semplicemente seduta lì e piangevo fino a farmi cadere gli occhi, ero sopraffatta dall’emozione, è stato folle. Il punto nell’essere onesta sul mio percorso è aiutare gli altri. Con i miei problemi, sono riuscita a capire che se riuscivo a condividerli con la gente, forse potevo aiutare anche solo una ragazza.”

E riguardo a Joe, anche lui a conoscenza di tutto?

“È stato il mio migliore amico per anni prima di tutto, perciò sapeva, già quando abbiamo girato il primo film insieme. Ovviamente ora non sono più molto in contatto con lui, sono successe molte cose.”

E aggiunge che al momento non ha intenzione di pensare ai ragazzi ma solo a se stessa e all’amicizia. E magari al prossimo album con “Skyscraper” il cui video ufficiale uscirà proprio oggi, e di cui sotto vediamo le prime immagini.