La salute mentale, una delle caratteristiche più importanti da mantenere per ogni essere umano, è spesso studio di ricerche ed esperimenti per nuove frontiere del benessere psicofisico.

Da Washington, qualche settimana fa, è arrivata un’ultima conferma sul fatto che la natura sarebbe, ancora una volta, conciliatrice di serenità e lucidità mentale, tanto da ridurre il rischio depressione e ansia.

Lo studio è stato di tipo epidemiologico, e ha fatto emergere che stare a contatto con la natura ha la generale tendenza, su tutti i soggetti, di migliorare lo stato mentale e anche di rafforzare le difese immunitarie.

I luoghi migliori per ritrovare il benessere sono stati identificati come i laghetti, i corsi d’acqua e anche le aree verdi in prossimità di queste fonti. Se siete spesso di corsa, sappiate che il massimo del beneficio lo si può trarre anche con soli 5 minuti dedicati intensamente allo svolgimento di esercizi distensivi.

La rivista “Enviromental Science and Technology” consiglia, inoltre, alcune attività di hobbistica, da svolgere nel tempo libero, che possano aiutare a conciliare salute mentale e momenti liberi: giardinaggio, camminare, andare in bici, andare a cavallo o curare un orto personale.

Tali attività, anche se apparentemente banali, aiutano in modo subliminare a aumentare la propria autostima e, di conseguenza, tende a allontanare la sensazione depressiva, comunemente associata in parte anche alla mancanza di obiettivi e interesse verso le attività.