La depressione potrà essere diagnosticata con un test del sangue. La notizia arriva dagli Usa dove alcuni ricercatori starebbero sviluppando una nuova metodologia per una diagnosi precoce del disturbo depressivo soprattutto negli adolescenti.

Questa innovativa metodica è stata elaborata da un team della Northwestern University Feinberg School of Medicine. Attualmente la diagnosi della depressione viene fatta basandosi sui sintomi del paziente e sull’interpretazione di questi da parte del medico. Si tratta quindi di una valutazione soggettiva. Grazie a questo esame invece sarà possibile avere una diagnosi oggettiva.

Finora infatti si poteva andare incontro a errori della diagnosi soprattutto a causa di alcune variabili come l’età dei soggetti affetti da disturbi. Sugli adolescenti ad esempio è molto difficile esprimersi con certezza e stabilire quando si tratti di reale depressione e quando invece dei tipici sbalzi d’umore legati a quel particolare e delicato periodo della vita.

Secondo i dati raccolti la depressione colpisce il 2-4% dei preadolescenti, per arrivare al 10-20% nell’adolescenza avanzata. L’analisi si è basata su dati raccolti in laboratorio analizzando topi con predisposizioni genetiche e ambientali alla depressione. I ricercatori hanno individuato 26 indicatori di depressione maggiore. I marcatori sono stati poi ricercati nel sangue di 28 adolescenti tra i 15 e i 19 anni, la metà dei quali soffriva di depressione.

Gli scienziati hanno trovato 11 dei 26 marcatori nel sangue dei ragazzi depressi che non erano presenti nelle analisi dei coetanei che non soffrivano di questa patologia. L’autrice dello studio la Dottoressa Eva Redei ha dichiarato: «Gli adolescenti sono straordinariamente vulnerabili alla depressione. Adesso abbiamo a disposizione un test che cerca i marcatori nel sangue del disturbo depressivo maggiore negli anni dell’adolescenza».

Per ora i risultati possono essere considerati come dei preliminari, occorrerà trovare le conferme in altri dati scientifici che possano dare un’indicazione univoca e sicura circa la possibilità di creare un vero e proprio test per la depressione attraverso le analisi del sangue.

Sarà così finalmente possibile mettere in atto la prevenzione più opportuna fin dagli anni dell’adolescenza senza sottovalutare questo problema così delicato e senza rischiare di fraintendere quei sintomi che a oggi possono ancora essere letti in molteplici modi.