Deve essere stata una seduta particolarmente noiosa quella di oggi alla Camera, perché pare che alcuni deputati si siano organizzati per passare qualche ora all’insegna del divertimento. Probabilmente la discussione sul processo breve, una norma che potrebbe salvare Silvio Berlusconi dai processi Mediatrade e Rubygate in cui è implicato, si è protratta più a lungo del solito, generando insofferenza tra i rappresentanti dei cittadini. Così, a poche settimane dal caso di pornografia parlamentare, riemerge nuovamente iPad come l’inseparabile antistress dei nostri rappresentanti.

Dopo l’onorevole Simeone Di Cagno Abbrescia, sorpreso qualche tempo fa a sfogliare servizi di escort online durante una seduta, è il turno ora di Roberto Menia, politico delle fila di Futuro e Libertà. Questa volta, però, protagonisti non sono i servigi a 385 euro a notte della bella Dolly 39, bensì il popolare videogioco Rocket Bird.

Galleria di immagini: iPad in Parlamento

In procinto forse di battere un record, il deputato ha però dovuto rinunciare ai suoi sogni di vittoria: scoperto lo sguardo indiscreto del fotografo, l’uomo infatti ha nascosto il popolare dispositivo targato Mela.

L’iPad è uno strumento ampiamente diffuso in Parlamento, considerato come sia stato scelto come regalo universale per senatori e deputati lo scorso Natale. Ma, a quanto pare, le tentazioni di App Store tengono lontani i politici da altre priorità ben evidenti all’opinione pubblica. Non resta che chiedersi, a questo punto, non solo chi sarà il prossimo rappresentante colto in flagrante, ma anche quale sarà l’oggetto di tanta attenzione: dopo il porno e i videogiochi, cosa proporrà il popolare dispositivo di Cupertino?