Con l’arrivo della primavera esplode la voglia di viaggiare, che sia per un weekend romantico, una partenza in solitaria o con tutta la famiglia in una delle tante città europee da visitare: per i veri esteti esistono delle destinazioni design, hotel, appartamenti e addirittura ostelli che non sono solo luoghi dove dormire la notte, ma posti speciali per vivere un’esperienza unica, per conoscere profondamente lo spirito della città.

Le destinazioni design, infatti, mettono a disposizione del viaggiatore ambienti che appagano l’occhio e lo spirito, con arredamenti particolari pensati ad hoc: dietro c’è una filosofia che mira a coccolare, a incuriosire e a sedurre chi è in visita non solo quando si trova tra monumenti e musei, ma anche quando riposa e fa una pausa dai giri in città.

Galleria di immagini: Destinazioni design in Europa, le foto delle più belle

Ecco, allora, una selezione delle destinazioni design più belle dove dormire in Europa.

  • Bulgari Hotel London. I Bulgari Hotel e Resort portano nel mondo un nome che è una garanzia di lusso estremo ma elegante: nell’albergo inglese, il primo costruito a Londra ex novo negli ultimi quarant’anni, ogni singolo elemento è espressione autentica della qualità estetica di Bulgari. Il concept alla base del progetto, nato nello studio di architettura Antonio Citterio, Patricia Viel and Partners, coincide con le origini argentiere di Bulgari e la nobile tradizione manifatturiera inglese, con l’argento a fungere da tema unificante. Fra le particolarità spiccano le tende di seta con motivi d’argento ispirati a una spilla del 1800 di Sotirio Bulgari e i lampadari a corona in argento massiccio del salone da ballo, di fabbricazione artigianale, forse i più imponenti pezzi d’argenteria realizzati in questo secolo. Nell’hotel c’è anche un cinema privato.
  • Speicher7 di Mannheim. L’industrial è una delle correnti di design più amate e seguite degli ultimi anni, sia per i locali pubblici che per le case: lo Speicher7 Harbour Hotel & Bar di Mannheim cavalca con personalità il trend che è già parte del suo Dna, dato che l’edificio che lo ospita è un ex magazzino nella zona del porto, monumento architettonico dal 1950 situato direttamente sulla riva del fiume Reno, vicino al centro della città. L’arredamento si ispira a una Nouvelle Vague in cui una miscela di pezzi d’epoca e classici riflette lo spirito di ottimismo degli anni Cinquanta e Sessanta, infondendo una nuova gioia di vivere. Tra i punti di forza di questo luogo la grande terrazza che si affaccia sul fiume e la sala minimal per lo Yoga.
  • Ushuaia Beach Hotel di Ibiza. Se la passione per il design si unisce a quella per il divertimento sfrenato, Ushuaia Beach Hotel di Ibiza è la meta che fa per voi. La struttura è per soli adulti, per garantire il massimo del relax di giorno e della “follia” di notte: l’hotel, dallo stile minimal e ispirato alla semplicità orientale, è composto da due edifici separati, il Club Ushuaia, che ospita le sue famose feste a bordo piscina, e l’esclusiva Ushuaia Tower, con due piscine all’aperto, letti balinesi e un cocktail bar a bordo piscina. Gli ambienti, poi, si moltiplicano in base alle esigenze, offrendo un ristorante fusion giapponese con un giardino zen, un beach club ristorante con piatti della cucina mediterranea e il Montauk Restaurant, specializzato in bistecche e carni alla griglia.
  • Ink Hotel di Amsterdam. Agli Interior Design Awards 2015, l’Ink Hotel di Amsterdam si è aggiudicato il premio per la struttura con le migliori “Lobby, Lounge & Public Areas”: in realtà tutto l’hotel, camere comprese, nasce da un progetto dello studio di architettura Concrete, che ha recuperato l’ex sede del quotidiano olandese “De Tijd” dando vita a un’atmosfera bohémien, in cui le regole dell’ospitalità olandese sono attualizzate ai tempi moderni e sono destinate a preservare il lusso maggiore, cioè il lusso della libertà del tempo.
  • Paris Vacation Apartments. Se siete tra i fortunati che possono godere di qualche giorno in più rispetto a un breve weekend per staccare la spina, perché non vivere non una vacanza, ma una vera e propria esperienza da parigini grazie a una delle proposte di Paris Vacation Apartments? Palazzi sontuosi nei quartieri più prestigiosi della città, appartamenti lussuosi, pavimenti in parquet e colori tenui che rendono caldo l’ambiente, ma soprattutto la possibilità di vivere da vicino il romanticismo dei giardini dello storico Palais Royal del 17° secolo, lo shopping nelle boutique delle Maison più amate o la magia di bistrot, caffè e pasticcerie della Ville Lumière. Con gli appartamenti di Paris Vacation Apartments è facile immergersi nelle atmosfere parigine dal primo momento. Come racconta Alexandre Mony, che segue l’arredamento degli appartamenti passo passo: “Affascinato dall’arte contemporanea, immagino gli ambienti in uno spirito modernista, con spazi funzionali che decoro proprio come piace a me, cioè con un mix di creazioni artigianali e pezzi contemporanei”.
  • Full Moon Design Hostel Budapest. Come ci ha insegnato Ikea, infine, “design” non fa rima per forza di cose con “costoso”: negli ultimi tempi – grazie alle tante nuove proposte di arredamento low cost così come al trend del riciclo sostenibile dei materiali – sono nate numerose destinazioni per viaggiatori che vogliono conciliare l’amore per il bello con una spesa modica, adatta soprattutto alle esigenze dei più giovani. Gli ostelli di design si sono sparsi a macchia d’olio per tutto il continente, suscitando curiosità ed entusiasmo. Uno tra tutti il Full Moon Design Hostel Budapest: la sua sala comune dall’arredamento coloratissimo e pop, tra divani, pouf e lampade, porta nel cuore della Mitteleuropa le icone della musica mondiale come John Lennon, Jimi Hendrix e Janis Joplin con le gigantografie che le rappresentano.