La scelta dei detergenti per neonati è un compito che le mamme non devono prendere  alla leggera.

La pelle dei piccoli infatti è molto delicata e richiede attenzioni particolari: per questo è bene usare prodotti naturali, con un ph neutro, che non contengano sostanze aggressive o potenzialmente dannose.

Vediamo da dove cominciare. Nelle prime settimane di vita, durante il bagnetto, è bene scegliere un prodotto a base oleosa o un olio specifico che avrà la doppia funzione di detergere e nello stesso tempo idratare la pelle del piccolo. Attenzione però a non esagerare con le quantità: per i neonati può bastare anche un semplice cucchiaino di detergente nella vaschetta per il bagno. Altrettanto importante, inoltre, assicurarsi di sciacquare accuratamente la pelle del bimbo per evitare che possano rimanere tracce di detergente.

Se il piccolo presenta problematiche particolari, poi, come ad esempio la dermatite seborroica, più conosciuta come crosta lattea, può essere utile chiedere il consiglio del pediatra che saprà indicare uno shampoo specifico per la cute del neonato in grado di facilitare l’eliminazione delle crosticine.

Passati i primi mesi, si può arricchire il beauty dei piccoli con prodotti diversi, prestando però sempre molta attenzione ad  affidarsi a marchi di qualità, acquistabili in profumeria o in farmacia. Una mossa furba è poi quella di scegliere  formulazioni particolari che possano rendere piacevole e senza stress il momento del bagnetto. Uno su tutti, lo shampoo che non irrita gli occhi così da vivere serenamente anche il passaggio, spesso più ostico, della detersione dei capelli.

Qualsiasi sia il detergente scelto per i bimbi, è importante sempre imparare a leggere correttamente le etichette riportate su shampoo, bagnoschiuma o saponi in generale, prestando attenzione ai loro contenuti. In modo particolare, un buon prodotto per i bambini non deve contenere:

  • Forti profumazioni: la presenza di profumi può infatti indicare l’impiego di sostanze aggressive che irritano la pelle, sia degli adulti che dei piccoli.
  • Coloranti: anche in questo caso può infatti trattarsi di elementi dannosi, in grado di scatenare nei più piccoli allergie o altri disturbi.

Infine, attenzione anche alle sostanze altamente schiumogene: anche se i bimbi adorano immergersi in una vasca ricolma di morbida schiuma, i detergenti che ne producono molta sono spesso troppo aggressivi per la pelle e quindi sconsigliati, soprattutto per i piccoli.