La preparazione dei detersivi fai da te, ecologici e naturali, rientra tra le soluzioni ottimali per la protezione del nostro pianeta, ma anche fra le migliori scelte economiche per un ritorno ai consumi con intelligenza e attraverso alcuni piccoli accorgimenti. I detersivi ecologici in commercio, infatti, sono abbastanza costosi rispetto a quelli tradizionali e pesano sul bilancio domestico. Meglio, dunque, produrre “in proprio” detersivi fai da te con ingredienti naturali quali bicarbonato di sodio, acido citrico, sapone vegetale, soda per bucato, oli essenziali che possono essere anche di limone o arancia.

  1. Crema detergente al bicarbonato per pulire i sanitari. La crema detergente al bicarbonato è ottima per pulire i sanitari e, per la sua azione leggermente abrasiva, anche per velocizzare la pulizia di pentole con residui di cibo bruciato. Con l’aggiunta di olio essenziale di timo o bergamotto, questa miscela fai da te ha proprietà antibatteriche, sempre utili quando si tratta di strumenti destinati al cibo. Le dosi: 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio, acqua q.b., 2 gocce di detersivo biologico per i piatti, poche gocce di olio essenziale di timo o bergamotto. In una ciotola di plastica si mescolano bene gli ingredienti fino a formare una crema consistente, aggiungete solo l’acqua necessaria a formare una crema abbastanza densa da passare sui sanitari.
  2. Per pulire i vetri. Una ricetta semplicissima per un detersivo fai da te perfetto per i vetri ma anche per il piano di lavoro della cucina e la pulizia di forno e frigorifero; un semplice mix naturale per far brillare il vostro lavandino dopo aver lavato i piatti e anche per pretrattare i piatti prima di metterli in lavastoviglie. Servono 48 gr di bicarbonato di sodio e ½ litro di acqua distillata che potreste ricavare dallo scarico del condizionatore, anche perché l’acqua del rubinetto è calcarea e lascerebbe degli aloni sui vetri. Usate, comunque, l’acqua disponibile e mettetela in un contenitore, aggiungetevi il bicarbonato sciogliendolo bene per non lasciare grumi, poi trasferite in un flacone spray vuoto e pulito.
  3. Detersivo per pretrattare le macchie. In una ciotola di plastica mescolate bene acqua e percarbonato nelle dosi necessarie per una crema abbastanza densa e piuttosto granulosa da passare sulle macchie con l’aiuto di una spugnetta. Questa ricetta di pretrattante si  usa solo per macchie su capi bianchi, un’ora prima del lavaggio. Per ottenere invece un effetto igienizzante e disinfettante si possono lasciare in ammollo per 30-60 minuti i capi colorati o per una o due ore i capi bianchi prima del lavaggio in una soluzione fatta da 5 litri di acqua tiepida e 1 cucchiaio di percarbonato.
  4. Detersivo in scaglie profumato per il bucato a mano. Ingredienti: 500 grammi di sapone vegetale; 200 grammi di bicarbonato di sodio; 15 gocce di olio essenziale di eucalipto; 10 gocce di olio essenziale di geranio. Con una grattugia riducete a scaglie il sapone vegetale e trasferitelo in una ciotola, aggiungetevi il bicarbonato di sodio  e mescolate con molta cura per formare un composto omogeneo. Infine, con delle gocce di oli essenziali profumate e, nel contempo, rendete maggiormente disinfettante il vostro detersivo. Suddividetelo poi in barattoli di vetro da conservare ben chiusi.
  5. Detersivo fai da te per il lavaggio in lavatrice. Per un detersivo liquido alla soda servono 7 litri d’acqua, 400 grammi di soda per bucato, 400 grammi di sapone vegetale grattugiato. Potete anche dimezzare le dosi. In una pentola capiente, portate l’acqua a bollore,  scioglietevi il sapone vegetale grattugiato sempre mescolando, spegnete il fuoco e aggiungete la soda per bucato, da non confondere con la soda caustica. Continuate a mescolare fino ad amalgamare completamente il detersivo liquido. Lasciatelo raffreddare e trasferite il tutto in un contenitore di recupero oppure suddividetelo in bottiglie. Calcolando la quantità con riferimento al tappo di un vecchio detersivo, utilizzatene un misurino per ogni lavatrice a pieno carico. Dimezzate la quantità per i lavaggi leggeri.

I consigli

La base dei detersivi casalinghi più naturali deve essere il sapone vegetale in scaglie, da preparare da sé o da acquistare controllando attentamente gli ingredienti.

In caso di macchie ostinate, pretrattate con una saponetta o con il detersivo fai da te consigliato e di lasciare agire per alcune ore prima di passare al lavaggio a mano o in lavatrice. In caso di capi particolarmente sporchi, è consigliabile aggiungere nel cestello della lavatrice un cucchiaio di percarbonato di sodio, che ha un elevato potere sbiancante, smacchiante e disinfettante.

I detersivi fai da te vanno lasciati in posa più a lungo dei normali detersivi. Usate sempre acqua calda, perché deterge di più. Non mescolate mai acidi e basi in quanto interagiscono e annullano a vicenda il loro potere detergente.