Se volete passare al detersivo fai da te per il bucato, basta seguire alcune istruzioni. Non si tratta, infatti, di qualcosa di estremamente difficile da realizzare e lo stanno capendo parecchie donne che, non a caso, sono sempre alla ricerca di nuove dritte e ricette per la sperimentazione casalinga. A spingerle verso questa scelta non solo la curiosità, ma anche la necessità di usare dei prodotti il più possibile naturali, che non facciano troppo male alla loro pelle, ma soprattutto alle mani. Tante volte, infatti, si scopre di avere un’allergia a qualche componente (soprattutto chimico) proprio usando certi prodotti. Per non parlare poi del bucato, che troppo spesso si impregna di quel tipico “profumo” da detersivo un po’ troppo forte. Ecco quindi qualche consiglio per realizzare il detersivo fai da te per il bucato.

  • La ricetta base. Se avete a casa del classico sapone di Marsiglia (ne bastano 100 grammi) abbinatelo a dell’acqua (un litro, meglio se demineralizzata) e a del carbonato di potassio (40 grammi). Fate bollire il tutto finché il sapone non si è sciolto, quindi aggiungeteci un po’ di bicarbonato (indicativamente un paio di cucchiai) e dell’olio essenziale (2 ml di quello che preferite). Mescolate ricordandovi che il composto deve essere liquido, quindi se vedete che diventa denso aggiungeteci dell’acqua. Se volete che il tutto sia mixato meglio passatelo nel frullatore. Avrete così il vostro detersivo per il bucato, che potete usare tranquillamente per la lavatrice.
  • La ricetta semplificata. Se la ricetta base vi sembra comunque troppo complicata e magari avete paura di non dosare bene i vari ingredienti, non c’è problema: basta semplificare il tutto. Come? Prendete l’acqua, le scaglie di sapone (che non deve essere per forza di Marsiglia, ma di qualunque altro sapone vegetale, di cui magari vi piace la profumazione) e fate sciogliere sul fuoco. Aggiungeteci quindi della soda per il bucato e mescolate finché non vedete che il detersivo è omogeneo.
  • La scadenza. Ricordate sempre una cosa importante: questi detersivi, non essendo di produzione industriale, non hanno una scadenza a lunga termine. Di solito quello fatto in casa dura per circa tre mesi. Quindi prestate attenzione e consumatelo nei tempi giusti.