Detox, una parola ormai sulla bocca di tutti, anche se in molti ne sanno veramente poco: Detox, infatti, non sta ad indicare una dieta specifica, ma l’insieme di quei trattamenti che mirano a depurare l’organismo dalle tossine, che si finiscono troppo spesso. per ingerire a causa di un’alimentazione non del tutto corretta.

Adottare un’alimentazione sana nella vita dei nostri giorni, sempre più freneticamente complicata, non è facile, senza parlare di tutte le volte che si cede al junk food, non considerando poi le conseguenze.

Bisogna quindi imparare a volersi bene e a prendersi cura di sé, scegliendo però la strada giusta, evitando le esagerazioni come metodi di disintossicazione estremi, come il digiuno o il lavaggio intestinale, che rischiano di danneggiare il fisico. Non a caso il punto di partenza sta proprio nella valutazione del proprio stato di salute, del funzionamento del metabolismo, di eventuali intolleranze, in modo tale da non commettere errori, o almeno provare a farlo.

Si passa quindi all’eliminazione di alcol e caffè, ma anche di grassi animali e latticini (graduale o immediata, per un periodo variabile). Incriminate anche le farine bianche e contenenti glutine, quindi quelle di frumento, kamut, farro, segale, avena, orzo, sorgo e spelta, il sale e gli zuccheri aggiunti, fruttosio compreso. Al bando, naturalmente, integratori vari e quei farmaci che si prendono a volte con troppa facilità, ovvero anche quando non servono.

In una fase Detox i vostri migliori amici saranno frutta e verdura, da consumare per intero oppure come ingredienti di piatti leggeri o in versione bibita. Largo quindi a insalate, macedonie e zuppe (in particolare, sembra che quella di cipolle faccia miracoli), ma anche hummus e passate. Tutto va preparato con gli ingredienti giusti, quindi con il minimo di condimento vegetale e magari con l’aggiunta di spezie come lo zenzero e la curcuma altamente consigliate anche dalla medicina ayurvedica.

I cereali sono concessi, ma solo quelli privi di glutine: dal mais al riso, passando per la quinoa e l’amaranto. Se volete bere del latte, provate quello vegetale: latte di riso, mandorla o soia. Ovviamente non c’è dieta Detox senza tisane: bevande da consumare preferibilmente calde e non dolcificate – è concesso giusto un po’ di miele. È consigliato anche bere, al mattino e a digiuno, un bicchiere di acqua tiepida con il limone: è perfetto per combattere la ritenzione idrica.

[leovideo id=’425804′ autostart=’false’ onclick=’0′ related=’true’ exclude=’425805′ termid=’55’ ]