Può capitare a tutti un periodo in cui si è sofferto di disfunzioni intestinali e si ha la necessità di aiutare l’apparato digestivo a riprendere le sue normali funzioni attraverso i corretti alimenti. Per tal motivo, si ha bisogno di una dieta astringente, fondamentale per porre rimedio al problema.

Le disfunzioni all’intestino possono accompagnarsi a dolori, debolezza, nausee, vomiti, crampi all’addome, febbre o perdita dell’appetito: onde evitare dunque di peggiorare la situazione e riprendersi al meglio, l’unico rimedio consiste nel seguire l’alimentazione consigliata.

Innanzitutto, nel primo periodo è consigliato digiunare e bere tanta acqua, sale e zucchero o limone. Per circa 6 o massimo 24 ore evitiamo dunque i cibi ma inseriamo solo liquidi, mentre superato questo tempo, si potranno mangiare semola, cereali e acqua di riso con moderazione.

Man mano che passano i giorni si potranno reintrodurre nell’alimentazione anche riso, pollo, pesce, pane e a poco a poco yogurt, carne e infine verdure lesse. Attenzione ai liquidi, perché chiaramente si perdono in abbondanza quando si soffre di disturbi intestinali, dunque cerchiamo di riassumerli bevendo appunto acqua, succhi, tè e brodi. Reidratarsi è importante per la corretta funzione dell’organismo, è la prima cosa a cui si deve prestare attenzione; una delle formule più raccomandate a tal riguardo è l’assumere ogni due ore circa:

  • Un litro di acqua;
  • due cucchiaiate ghiotte di zucchero, per il glucosio;
  • un pizzicotto di sale, per il cloruro sodico;
  • mezza cucchiaiata di bicarbonato;
  • il succo di un limone per il potassio che contiene.

Chiaramente vi sono alcuni alimenti assolutamente proibiti che, se assunti, potrebbero far tornare il disturbo. Evitiamo in questo caso di mangiare formaggi e latte a causa del lungo processo digestivo che richiedono; i grassi fritti e gli insaccati, che irritano la mucosa digestiva; fibre vegetali, frutta e verdure, burro, noci, margarina, olio, pani integrali e alimenti speziati e pepati, nonché caffè e bibite gassate.

Se si seguiranno tali regole, si potrà avere una corretta funzione dell’intestino nel giro di pochi giorni, e in generale è bene stare attenti a non esagerare con certi alimenti irritanti che potrebbero provocare la ricomparsa a breve del problema.