La dieta dell’autunno sfrutta le proprietà dei cibi di stagione, dai colori e sapori intensi, per affrontare al meglio il periodo di transizione e mantenere alto il buonumore con un occhio alla linea. In autunno infatti si rischia di mangiare di più e male e di perdere i benefici raggiunti in estate grazie al sole e al mare. e anche l’umore spesso ne risente con sbalzi e disturbi fisici come insonnia, stress e caduta dei capelli.

Per contrastare questi spiacevoli effetti, la dieta dell’autunno deve essere ricca di magnesio e vitamina B6 che migliorano lo stato psicofisico e quindi la reazione al cambio di stagione. Gli alimenti che ne contengono in quantità maggiori sono: crusca, cioccolato nero, cereali integrali, mandorle, arachidi e nocciole, legumi secchi, carciofi, biete e spinaci, banane, latte, carni e fegato, patate e pesce.

La dieta dell’autunno si basa su 3 pasti principali e 2 spuntini ed è molto colorata, dal rosso dei melograni, al giallo delle patate, il verde di mele e pere, il viola dell’uva, l’arancio di cachi, zucche e carote, i marroni di noci, nocciole, castagne e funghi. Vediamo come farla, per la durata di 2 settimane.

Lunedì: a colazione 200 ml. di latte parzialmente scremato con 30 gr. di muesli. A metà mattina una mela e a pranzo riso con piselli, parmigiano e una noce di burro e 250 gr. di broccoli conditi con 1 cucchiaio d’olio. A merenda 10 gr. di cioccolato nero e per cena 150 gr. di carne magra ai funghi con 250 gr. di spinaci al vapore con 1 cucchiaio di olio e 1 kako.

Martedì: per colazione 80 gr. di ricotta o 125 gr. di yogurt con 100 gr. di pera a pezzetti, come spuntino 1 cracker integrale e una fetta di prosciutto e a pranzo 180 gr. di pesce al vapore e 250 gr. di biete al vapore condite con 1 cucchiaio d’olio e un pezzetto di grana. Come merenda 50 gr. di caldarroste o 1 banana e a cena pasta con porri condita con olio e parmigiano e 200 gr. di finocchi gratinati con 100 gr. di fiocchi di latte.

Mercoledì: 150 ml. di latte parzialmente scremato con 30 gr. di fiocchi d’avena al naturale e spuntino con 1 yogurt magro. A pranzo insalatona con 1 pomodoro, 50 gr. di prosciutto cotto a dadini, 100 gr. di mozzarella e 1 cucchiaio d’olio, 50 gr. di pane e 1 frutto a piacere. Il pomeriggio 2 fette di bresaola e un grissino e a cena pasta e fagioli, 150 gr. di pollo ai ferri e 200 gr. di carote alla julienne in insalata con 1 cucchiaio di olio.

Giovedì: 1 yogurt bianco e 1 grappolo di uva a colazione, a metà mattina 1 spremuta di arancia e pompelmo, a pranzo gnocchi di patate al burro e parmigiano, 200 gr. di erbette condite con 1 cucchiaio d’olio e 80 gr. di feta a cubetti. A merenda 20 gr. di nocciole e per cena insalata di fagioli con tonno al naturale e 1 uovo sodo, 250 gr. di funghi in padella con prezzemolo e 1 cucchiaio di olio e 1 fetta di pane integrale.

Venerdì: 200 ml. di latte scremato con 30 gr. di biscotti alla soia, come spuntino 1 yogurt magro, a pranzo spaghetti con le vongole e 100 gr. di rucola condita con 1 cucchiaio d’olio, 1 mela. Al pomeriggio 20 gr. di parmigiano e a cena seppie con piselli e insalata di pomodori condita con un cucchiaio di olio e aceto balsamico.

Sabato: a colazione 200 ml. di latte parzialmente scremato con 30 gr. di muesli, per lo spuntino 1 frutto piccolo e 10 mandorle, a pranzo penne all’arrabbiata e 100 gr. di bresaola con rucola condita con 1 cucchiaio d’olio. A merenda 1 pera al forno con cannella e per cena una pizza ai funghi.

Infine la domenica a colazione 1 toast piccolo e una spremuta, a metà mattina 1 yogurt bianco, a pranzo 150 gr. di pollo arrosto con 200 gr. di patate al forno con rosmarino e 1 frutto. A merenda 25 gr. di mandorle o frutta secca a guscio e a cena frittata di cipolle con insalata mista con 1 cucchiaio di olio e 50 gr. di pane integrale.

Fonte: style.