I giorni del ciclo, si sa, rappresentano per molte donne una vera sofferenza: la dieta, però, tra sbalzi d’umore e crampi, può essere un’alleata preziosa. Si tende spesso a sottovalutarlo, ma ciò che mangiamo può avere benefici effetti anche per contrastare problematiche comuni a molte donne e tipiche del periodo mestruale.

Molti cibi infatti rappresentano un vero e proprio toccasana sia per ritrovare il buon umore che per tenere a bada il nervosismo. Senza contare, poi, l’aiuto che sali minerali e vitamine, introdotti con la dieta, possono dare anche per lenire crampi e tensioni addominali.

Ecco allora i cibi da mettere nel carrello e la dieta da seguire per vivere al meglio anche i (temibili) giorni del ciclo.

  • Piselli e fagioli. Si tratta di legumi ricchi di fibre che possono essere fondamentali sia per ridurre i crampi all’intestino sia per limitare il senso di affaticamento che spesso accompagna l’arrivo delle mestruazioni.
  • Verdure a foglia verde. Ciclo in arrivo? Largo anche a spinaci, lattuga e broccoli che sono ricchi di calcio, magnesio e potassio, un mix utilissimo per attenuare gli spasmi addominali ma anche per il loro effetto rilassante. Non solo, gli ortaggi a foglia verde sono anche ricchi di Vitamina K che aiuta il coagulo del sangue, limitando il flusso eccessivo.
  • Omega 3. Anche gli acidi grassi contenuti nel salmone, nelle noci o nei semi di lino sono alleati preziosi nei giorni del ciclo poiché agiscono sulle prostaglandine andando a contrastare tutti i sintomi tipici della fase mestruale.
  • Ananas e banana. Tra la frutta da scegliere, invece, largo all’ananas che grazie all’elevata presenza di magnesio riduce il flusso mestruale e ristabilisce l’umore. La banana invece può essere consumata a metà mattina e magari scelta come ingrediente per un frullato: in questo modo si potrà fare il pieno di potassio e attenuare i classici crampetti addominali.
  • Pasta e cereali. A colazione, si può puntare su uno yogurt con muesli di cereali, un’altra ottima fonte di magnesio e potassio. A pranzo, invece, meglio ripiegare su un piatto di pasta al sugo, ovvero su carboidrati a lento rilascio di energia che hanno un grande potere anche sul tono dell’umore. Da preferire la variante integrale, perché ricca di fibre e con un indice glicemico più basso.
  • Cioccolato. Infine, d’obbligo concedersi, almeno nei giorni del ciclo, un quadratino di cioccolato fondente, sia per la presenza di potassio e ferro, sia per il suo effetto anti-depressivo completamente naturale.

Leggi anche Dieta personalizzata: come crearla | La dieta nutraceutica