La dieta del minestrone è una dieta dimagrante davvero semplice da seguire, ideale per le stagioni fredde e che consente di perdere peso dai 5 agli 8 Kg nel giro di pochissimi giorni. Si tratta di una di quelle diete dimagranti che ognuno di noi segue almeno una volta nella vita, poiché è veloce ma efficace.

Bisogna seguire la dieta del minestrone per almeno una settimana per notarne gli effetti sull’ago della bilancia; chi volesse può comunque proseguire per qualche giorno in più, il che permetterà di perdere qualche chilogrammo aggiuntivo. Non bisogna però dimenticare di seguire una dieta di mantenimento dopo – e dunque non esagerare con i cibi – altrimenti si riprenderanno facilmente tutti i chili persi. Ma questo è comunque un consiglio valido per ogni regime alimentare ipocalorico.

È bene comunque non prolungare la dieta del minestrone per troppo tempo poiché l’alimentazione proposta è ipoproteica e non molto equilibrata; ne consegue che oltre al grasso si perde anche la massa muscolare e ciò non va bene. Per evitare che accada una cosa del genere, è assolutamente consigliato svolgere un po’ di attività fisica ogni giorno, così che aiuti il corpo a mantenersi tonico e in forma.

La dieta del minestrone, oltre a far dimagrire, possiede anche un’azione disintossicante e consente un riequilibrio di zuccheri e grassi nel sangue. È importante bere molta acqua, come in ogni dieta che si rispetti, e magari preferire il week end per iniziare l’alimentazione consigliata poiché l’azione disintossicante dei cibi da assumere può provocare alcuni fastidi come diuresi o mal di testa. Ecco perché è bene seguirla quando non si hanno impegni lavorativi.

Iniziamo a pesarci prima di intraprendere la dieta e poi pesiamoci al quarto giorno, dove dovremmo aver perso già due o tre chilogrammi: se pesandoci notiamo che ne abbiamo persi di più, allora è indice che il regime alimentare proposto è troppo drastico per il nostro corpo e dunque si consiglia di mangiare qualcosa in più, come ad esempio un paio di fette biscottate a colazione oppure arricchire il minestrone con un po’ di pasta integrale o riso integrale. Dopo sette giorni si dovrebbero perdere circa 5 Kg.

Di seguito un esempio settimanale della dieta del minestrone: il minestrone si può mangiare sempre e, ove segnalato, le quantità si devono rispettare scrupolosamente. Nella fase di mantenimento si dovranno reintrodurre a poco a poco i carboidrati e le proteine, e sarà bene mangiare molta frutta e verdura.

Primo giorno

Colazione: caffè o tè; mele e pere

Spuntino: succo di frutta non zuccherato

Pranzo: minestrone; mele

Merenda: succo di frutta non zuccherato

Cena: minestrone; pere

Variante: le mele e le pere previste possono essere sostituite da frutta a scelta, escluse uva e banane, che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti.

Secondo giorno

Colazione: caffè

Spuntino: tè

Pranzo: minestrone; bietole e cicoria o indivia e broccoletti cotti oppure radicchioverde

Merenda: tè o caffè

Cena: minestrone; 200 g di patate lesse con 10 g di burro

Variante: le patate con il burro possono essere sostituite da 350 a di funghi cucinati con 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva.

Terzo giorno

Colazione: tè o caffè; pere e ananas

Spuntino: succo di frutta senza zucchero

Pranzo: minestrone; carote e carciofi crudi o cotti

Merenda: succo di frutta senza zucchero

Cena: minestrone; peperoni, melanzane e zucchine alla griglia

Variante: le pere e l’ananas della colazione possono essere sostituite da frutta a scelta (escluse uva e banane), che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti.

Quarto giorno

Colazione: cappuccino preparato con 200 ml di latte scremato; banane

Spuntino: tè o caffè

Pranzo: 200 g di yogurt magro; una banana

Merenda: tè

Cena: minestrone; un frappè preparato con 200 ml di latte e una banana

Variante: i 200 g di yogurt del pranzo possono essere sostituiti da 150 g di ricotta o da 120 g di mozzarella o di gorgonzola o di caciotta.

Quinto giorno

Colazione: caffè

Spuntino: tè

Pranzo: 300 g di pesce al vapore (merluzzo, sogliola, nasello); pomodori

Merenda: tè

Cena: minestrone; 200 g di pesce alla griglia (orata, spigola, rombo)

Varianti: a pranzo i 300 g di pesce alla griglia possono essere sostituiti da 300 g di calamari o seppie alla griglia; a cena i 300 g di pesce alla griglia si possono sostituire con 150 g di tonno al naturale o con 100 g di salmone affumicato

Sesto giorno

Colazione: caffè

Spuntino: tè

Pranzo: una o 2 bistecche di vitellone o manzo alla griglia; zucchine e finocchi al vapore

Merenda: tè

Cena: minestrone; 300-400 g di pollo arrosto senza pelle

Variante: a cena al posto del pollo arrosto si possono mangiare 250 g di tacchino arrosto.

Settimo giorno

Colazione: caffè

Spuntino: succo di frutta senza zucchero

Pranzo: 150 g di riso integrale con verdure a piacere; asparagi, cipolle e carote al vapore

Merenda: succo di frutta senza zucchero

Cena: minestrone; barbabietole e cetrioli

Varianti: a colazione si possono aggiungere 2 fette biscottate integrali con 2 cucchiaini di marmellata senza zucchero.

Come si prepara il minestrone? Bisogna utilizzare sei porri (oppure sei cipolle); un cavolo verza grande, che può essere sostituito da un broccolo verde; quattro o cinque rape bianche, che possono essere sostituite da 500 g di sedano intero oppure da un finocchio intero; uno o due barattoli di pomodori pelati in base al gusto (i pelati possono essere aboliti); dado vegetale; spezie e aromi vari a piacere.