Nata ed ideata per depurare l’organismo in determinati periodi dell’anno o quando se ne ha maggiore necessità, la dieta della mela è la classica strategia alimentare da mettere in atto se si desidera spazzare via dal proprio corpo ogni sostanza potenzialmente in grado di avere conseguenze negative sulla salute (ritenzione idrica inclusa).

La dieta della mela è anche una delle tante diete cosiddette lampo: essa, in genere, dura soltanto tre giorni e in quest’arco di tempo promette di far ottenere velocemente lo scopo per cui è stata creata e poi messa in pratica.

Dieta della mela: in cosa consiste

Questa strategia alimentare da mettere in pratica per pochissimi giorni – in modo che l’organismo si depuri delle tossine – può contare sulle infinite e preziose qualità nutritive e benefiche della mela: oltre ad essere un alimento povero di calorie, questo frutto è infatti ricchissimo di vitamine, sali minerali e fibre. La mela è inoltre in grado di dare un senso di sazietà immediato, aiuta a smaltire zuccheri grassi e sali grazie alla presenza della pectine mentre la cellulosa disintossica il corpo e stimola la digestione.

Oltre che a depurare l’organismo, la dieta della mela è pensata per perdere peso piuttosto in fretta. Mettendola in pratica, infatti, dovrebbe essere garantita la perdita di almeno un chilo in tre giorni.

Dieta della mela: avvertimenti

Partendo dal presupposto che qualsiasi intervento in merito a diete e consigli alimentari in materia di salute debbano essere forniti da un medico, e che il fai da te è strettamente sconsigliato quando si tratta di questo argomento (il presente articolo ha quindi soltanto scopo informativo e illustrativo), è bene premettere e sottolineare come la dieta della mela, per come è composta, possa comportare anche alcune conseguenze negative. L’aspetto negativo principale che potrebbe verificarsi sta soprattutto in ciò: per tre giorni il corpo rinuncerà drasticamente a carboidrati e proteine, rallentando così le funzionalità digestive. Per riattivare correttamente queste ultime, una volta terminata la dieta della mela, non bisognerà mangiare cibi troppo pesanti finché l’organismo non avrà recuperato le sue funzioni normali.

Dieta della mela: esempio di menu

Come suggerito già dal nome, la dieta della mela comporta che per tre giorni ci si alimenti soltanto con mele. La quantità giornaliera consigliata è di tre chili di mele, da consumare come frutta cruda, cotta ma anche come succo naturale. Contestualmente, si deve dare molta importanza anche all’idratazione del corpo, introducendo molti liquidi (acqua, tisane e tè quelli da privilegiare).

Premesso tutto ciò, un tipico esempio di menu giornaliero della dieta della mela potrebbe essere il seguente:

  • Colazione: due mele (crude oppure cotte) e una tisana
  • Spuntino di metà mattina: una mela
  • Pranzo: tre mele e una tisana (oppure tè)
  • Merenda pomeridiana: una mela oppure del succo di mela
  • Cena: tre mele cotte.