Negli USA il problema della perdita di peso è molto sentito, soprattutto dalle donne, e molte ricorrono a una dieta dimagrante. Direttamente dal popolo a stelle e strisce arrivano sette semplici regole da seguire per mangiare meglio e per tornare in forma, combattendo le abitudini alimentari sbagliate nemiche della linea e del benessere. Consigli che possono essere molto utili all’interno di una dieta dimagrante.

Sappiamo quanto sia importante seguire delle regole sulle corrette abitudini alimentari all’interno di una dieta dimagrante, ecco perché è utile ribadire dei concetti che solo apparentemente potrebbero sembrare scontati. I sette passi su come adottare uno stile alimentare corretto sono particolarmente semplici da seguire. I consigli riportati da Flylady sono adatti al contesto e alla realtà americana ma, con gli opportuni accorgimenti, possono essere idonei anche all’Italia.

No alla porzione distorta. Il fenomeno dell’aumento delle porzioni fa parte della tendenza moderna che ne ha visto gradualmente un incremento fino addirittura a raddoppiare rispetto al recente passato. Questa tendenza è registrabile soprattutto nei fast food e nei self service. Il consiglio efficace è sicuramente quello di ridurre le porzioni dei cibi, dannose per una dieta dimagrante, mangiando un pochino di tutto. Quindi, un pasto equilibrato potrebbe essere costituito da una porzione di carboidrati, affiancati da una porzione di proteine magre, con contorno di verdure.

Programmazione giornaliera. La programmazione è il secondo passo per restare in forma. In un regime di dieta dimagrante la programmazione è importantissima, tanto da essere imprescindibile se si vuole veramente perdere peso. Decidere il menu quotidiano aiuta a mangiare in modo regolare e ordinato, evitando le tentazioni fuori pasto. Se ad esempio si fanno gli spuntini programmati con yogurt e frutta, diventa molto più difficile cadere nella tentazione di sgranocchiare patatine e snack ipercalorici.

Scegliere bene le proteine. Sono spesso al centro di dibattiti, ma le proteine non dovrebbero mai mancare in una dieta dimagrante. Ma quali proteine mangiare? È necessario scegliere bene le proteine da utilizzare, privilegiando quelle di carne, pesce, uova e latticini. Bisogna privilegiare quindi le proteine di pesce e delle carni bianche, aumentandone le quantità e avendo sempre l’accuratezza di cucinare in modo molto leggero. Anche le proteine cosiddette verdi, ossia quelle derivanti dai legumi, possono essere molto utili a chi eccedendo con gli zuccheri ha necessità di sgonfiarsi. Le proteine infatti hanno anche un effetto drenante. Il pesce azzurro è altrettanto importante, perché oltre ad avere poche calorie, è ricco dei salutari Omega-3.

Preferire gli alimenti freschi. La semplice regola da seguire è quella di mangiare frutta e verdura tutti i giorni, preferibilmente fresca a e di stagione. In qualsiasi dieta dimagrante la frutta e la verdura sono imprescindibili. Con i ritmi frenetici di oggi, non sempre si riesce ad acquistare prodotti freschi; in questi casi i surgelati rappresentano una buona alternativa. Generalmente si pensa che i prodotti surgelati siano più poveri di nutrienti, scegliendo invece prodotti surgelati di qualità si ha comunque il necessario apporto di vitamine e minerali. Meglio evitare prodotti in scatola perché contengono sale e conservanti. Cinque è il numero di porzioni di frutta e verdura che non dovrebbero mai mancare in una dieta dimagrante.

No alle bibite dolci. Le bibite all’interno di una dieta dimagrante sono molto importanti, perché spesso si pensa che facciano ingrassare solo i cibi solidi. Gli americani sono grandi consumatori di quelli che si chiamano soft drinks, ma negli ultimi anni si è registrato un aumento esponenziale del consumo di questi drink anche in Italia. Sostituire tè e tisane con queste bibite è una scelta azzeccata, ma il consiglio è quello di consumare sempre molta acqua, intervallata da tè e tisane, ovviamente senza zucchero.

Qualità invece di quantità. In un contesto come quello odierno di grande contrattura economica si tende a risparmiare anche e soprattutto nell'{#alimentazione}. Quando si fa la {#spesa} l’occhio cade spesso in direzione delle offerte, ma non sempre i prodotti in offerta sono di qualità, anzi, molto spesso sono calorici e non bilanciati dal punto di vista nutrizionale. In una dieta dimagrante è preferibile quindi comprare meno, ma di qualità, evitando le offerte che spingono ad acquistare più confezioni di uno stesso prodotto quando in realtà non se ne avrebbe bisogno. La parola economia in cucina dovrebbe essere sempre presente, economizzare sul cibo evitando gli sprechi, è una regola semplice da seguire che fa bene alla linea e al portafogli.

Regola del 90/10. In una dieta dimagrante durante ogni giorno della settimana dovrebbe essere seguito un certo rigore. Il condizionale è d’obbligo perché dei piccoli fuori programma sono concessi. Vale la regola del 90/10; essere rigorosi nel 90% dei pasti e concedersi uno sgarro nel 10%. Lo strappo alle regole della dieta è molto utile psicologicamente, perché si riesce ad appagare il palato evitando però di ingrassare. Il consiglio è quello di concedersi una piccola gratificazione ogni giorno, mangiando quello che veramente si desidera. Se si ha voglia di cioccolato meglio quello piuttosto che una caramella ipocalorica che non ha nessuna valenza dal punto di vista psicologico e non serve certo ad appagare il palato.

Fonte: Corriere.