La dieta dimagrante dopo Pasqua è un appuntamento costante perché è inutile negarlo dopo le feste ci si ritrova appesantite e con qualche chiletto in più. Secondo i dati raccolti dal Centro di studio e ricerca sull’obesità dell’università Statale di Milano sarebbe 1 italiano su due a mettersi a dieta per recuperare la linea persa e prepararsi all’estate dopo le ingordigie pasquali di colombe, uova di cioccolato e abbacchio.

I dati sicuramente comprendono non solo chi ha una reale necessità di perdere peso ma anche chi, soprattutto le donne, si vede sempre fuori forma e in vista della prova costume vuole correre ai ripari. Ma gli esperti da più parti avvisano di non affidarsi a diete dimagranti fai da te né a diete miracolose proposte da guru veri o presunti che forse badano più all’aspetto commerciale del business che alla salute dei propri “clienti”.

Si assiste ultimamente a un vero boom di diete seguite dai vip e di conseguenza anche dalle persone comuni che si immedesimano nel personaggio di turno. Tra le più criticate la dieta Dukan seguita da Kate Middleton e altre vip. Il secondo grido di allarme arriva dalla scelta degli alimenti dovuta anche a questioni economiche.

La ridotta capacità di spesa degli ultimi tempi porta molte persone ad approfittare di sconti e offerte proposti dai supermercati che però troppo spesso riguardano prodotti ipercalorici e mai la frutta e la verdura che invece dovrebbero essere sempre presenti nella dieta quotidiana, soprattutto di chi vuol perdere peso.

Cosa fare allora per perdere quei chili di troppo accumulati durante l’inverno e soprattutto dopo la Pasqua? La prima regola è sempre quella di utilizzare il buon senso senza esporsi a regimi alimentari troppo rigidi, basta ridurre le porzioni di un quarto, variare tutti gli alimenti dando la precedenza a frutta e verdura fresche e di stagione, limitare i grassi e i carboidrati senza escluderli del tutto e soprattutto fare sport.

In questo modio si dimagrirà gradualmente ma in maniera equilibrata e fisiologica senza esporre l’organismo a bruschi sconvolgimenti e squilibri che potrebbero danneggiarlo. Si tratta di intraprendere prima di tutto una rivoluzione mentale che porti a un’educazione alimentare da seguire sempre e non solo quando ci si trova con troppi chili di troppo e la voglia di eliminarli tutti e subito.