Le foglie cadono, ma non le speranze di chi vuol perdere peso con una dieta dimagrante. Anzi, l’autunno è il periodo ideale per approfittare di alcuni alimenti di stagione che sembra siano stati inventati appositamente per continuare ad avere cura di noi e della nostra linea, così da non arrivare all’inverno troppo appesantiti. Fatto tesoro dei consueti consigli di chi vuole perdere peso, come la riduzione di cibi grassi e degli zuccheri semplici (es.: dolci e farine bianche) a vantaggio di fibre e zuccheri complessi, va tenuto a mente che esistono diverse soluzioni per farsi del bene senza rinunciare al gusto, anche sotto dieta dimagrante.

La lista degli “ingredienti d’oro” da tenere a mente in una dieta dimagrante è davvero molto lunga. Dalla zucca ai finocchi, dalle arance ai porri, dalla rucola agli spinaci passando per le mele rosse. Ma uno dei veri toccasana è il riso. Non i soliti chicchi, molto meglio convertirsi al rosso e al nero, in quanto possono vantare valori nutrizionali davvero eccezionali, grazie all’abbondante quantità di ferro, proteine, vitamine e sali minerali, più del riso tradizionale. In più sono antiossidanti e altamente digeribili. E questo non guasta, perché favorisce il metabolismo, vero grande alleato contro l’accumulo di grasso e di liquidi in eccesso.

Il riso è perfetto per inventare dei piatti unici adatti per la dieta dimagrante. Lo si può lessare o saltare in padella con olio extravergine d’oliva, aggiungendo tocchetti di verdure, pesce, pollo, tacchino e addirittura tofu. Si può alternare alla tradizionale pasta di semola, che andrebbe comunque limitata e possibilmente sostituita con pasta di farro o di kamut: farlo ogni tanto aiuta a bruciare le calorie e a prevenire i gonfiori addominali.

Altri “amici” della dieta dimagrante sono i porcini, meglio se freschi. Quelli secchi non sono tabù, ma è meglio non superare i 15 grammi a persona. I funghi sono “portatori sani” di vitamina D, ottima per assimilare calcio, che è indispensabile per le ossa e utile anche per spingere l’adipe verso l’esterno delle cellule. Così la bilancia ci sorriderà più in fretta. I funghi sono squisiti con il riso, oppure possono accompagnare la polenta, ma anche essere cucinati con le verdure o in un sugo per la pasta.

Non avete idee per la cena? Tenete conto che durante una dieta dimagrante è bene consumare carciofi per almeno tre volte alla settimana. Devono essere rigorosamente cotti, perché quelli crudi possono provocare gonfiori addominali. Questo ortaggio contiene ferro biodisponibile, senza il quale è stato dimostrato che è più facile andare su di peso. Inoltre contiene inulina, una fibra utile per la regolarizzazione dell’intestino. I carciofi possono essere lessati e conditi con olio extravergine d’oliva, prezzemolo e poco pepe. Anche in padella o al forno andranno benissimo.

Il radicchio è un altro prezioso alleato. Non mettiamoci freni, consumiamone tutti i giorni. In questo caso non preoccupiamoci del colore. Va bene sia rosso che verde, ed è l’ideale per insalate o per la cottura alla piastra. è carico di ferro, betacarotene antiossidante e potassio diuretico. È amaro? Meglio così. In questo caso il sapore indica che stiamo mangiando qualcosa di altamente depurativo. Via scorie e tossine. Un ottimo compendio alla nostra dieta dimagrante.

Fonte: Obiettivo Benessere.