Il ricorso a una dieta dimagrante, soprattutto in vista della stagione estiva, per molte donne è importante. Generalmente in una dieta, e nella buona riuscita della stessa, concorrono vari fattori. Si tratta di piccole e semplici regole, tre in tutto, individuate dal Beth Israel Deaconess Medical Center e dalla Harvard Medical School di Boston; basta che una di queste venga meno per compromettere l’intero sforzo compiuto.

Quattromila americani obesi sono stati sottoposti al test e dai risultati è emerso che sport, riduzione dei grassi e forza di volontà sono il giusto mix per una dieta dimagrante efficace.

Oramai la lotta contro l’obesità ha assunto una rilevanza a livello mondiale, anche perché i danni prodotti all’organismo sono incalcolabili. Proseguendo con ordine, esaminando i tre fattori ci si renderà conto che sono strettamente legati tra loro. Chiunque abbia fatto una dieta dimagrante sa che il dietologo o nutrizionista basa l’apporto giornaliero delle calorie in base al movimento fatto. Se lo stile di vita è pressoché sedentario e non si ha tempo per fare sport presso una palestra, il medico introduce nella dieta almeno mezz’ora di cyclette al giorno.

Questo ci fa capire quanto sia importante lo sport perché va ad agire sul metabolismo, stimolandolo a lavorare di più. Secondo elemento determinante è la riduzione dei grassi; ogni alimento introdotto all’interno del corpo deve essere controllato. Dunque, stop agli zuccheri contenuti nelle merendine e negli snack che piacciono tanto, soprattutto ai bambini; no anche ai grassi saturi come ad esempio, lo strutto, il lardo e lo stesso burro. Mentre, possono essere introdotti i grassi insaturi come l’olio d’oliva, di girasole e altri.

Altri alimenti che possono essere mangiati senza preoccupazioni sono la verdura e la frutta perché ricchi di fibre e vitamine. Il terzo componente è la forza di volontà che deve essere presente sin dal momento in cui si decide di intraprendere una dieta dimagrante e deve proseguire sino alla fine. Lo scoglio maggiore da superare è quello del primo periodo, quando ogni sforzo sembra vano, ma non bisogna scoraggiarsi e proseguire. Dunque, l’unione di sport, diminuzione dei grassi e tenacia funziona di più di qualsiasi altro alimento, cosiddetto “dietetico”.