Una dieta dimagrante con l’aiuto dei cibi anti-glicemici ovvero quelli in grado di contrastare l’indice glicemico causa dell’adipe che si forma soprattutto nelle donne tra la pancia e i fianchi. Si tratta spesso di un eccesso di carboidrati che sono infatti strettamente correlati all’indice glicemico. Si definisce così la capacità dei carboidrati di alzare il livello di glucosio nel sangue dopo un pasto.

Esistono dei cibi amici della linea capaci di abbassare il livello di glicemia, vediamo quali sono e come impostare una dieta dimagrante. In linea generale occorre ricordare che la scelta migliore è indirizzata verso i cibi integrali mentre quelli a base di farine raffinate provocano un’impennata del tasso glicemico con effetti nocivi sul pancreas e sul metabolismo e un conseguente sovrappeso.

Gli alimenti ad alto indice glicemico sono pane bianco, cornflakes, miele, patate al forno e fritte, cracker, riso arborio, zucchero saccarosio. Medio indice glicemico: ananas, spaghetti, banana, kiwi, mango, pane di segale, maccheroni, carote, uva, arancia. Basso indice glicemico: prugna, pera, yogurt, latte magro, latte di soia, fagioli bolliti, mela, lenticchie, fruttosio, cereali integrali.

Per tenere sotto controllo la glicemia e quindi intaccare le riserve di adipe, preferire sempre i cibi a basso indice glicemico e abbinarli a fibre idrosolubili per rallentare l’assorbimento di glucosio a livello intestinale. Oppure in abbinamento a proteine e grassi per abbassare il tasso glicemico nel sangue.

Esistono poi dieci alimenti che sono veri e propri amici della linea nel controllo del tasso glicemico, vediamo quali. Il salmone ricco di Omega 3 aiuta a prevenire il diabete e le malattie dell’apparato cardiocircolatorio. Integrarlo nella dieta dimagrante due volte a settimana mantiene linea e benessere. Lo yogurt con i suoi fermenti produce degli acidi che regolano la produzione di glucosio e colesterolo.

I legumi sono ormai inseriti di diritto in tutte le diete volte alla riduzione e controllo del peso, infatti svolgono un’azione regolatrice su trigliceridi e colesterolo. Stessa funzione per le carni bianche povere di grassi e da preferire a quelle rosse.

L’olio d’oliva è un altro degli alimenti buoni, ricco di polifenoli attivi nella prevenzione di malattie come il diabete. Anche la curcumina, una sostanza contenuta nella curcuma, svolge un’attività di controllo del diabete mellito di tipo 2. Il nelle due versioni, nero e verde, riduce i livelli di zucchero, trigliceridi e colesterolo nel sangue e favorisce la riduzione di peso.

Anche la cannella contribuisce nella prevenzione del diabete, così come la zucca che avrebbe addirittura un effetto riparatore sulle cellule del pancreas danneggiate a causa di questa malattia. E per finire non tutti sanno che nella parte bianca sotto la buccia dell’arancio, si trovano sostanze in grado di regolare l’assorbimento di zuccheri, grassi e proteine prevenendo diabete, arteriosclerosi e stipsi.

Fonte: obiettivo benessere.