La dieta dimagrante del giorno dopo è il rimedio d’emergenza in caso di abbuffate fuori misura, pranzi di nozze e cene natalizie. Si può seguire al massimo per due giorni e l’obiettivo è quello di eliminare subito i chili accumulati prima che sedimentino e si moltiplichino.

La dieta dimagrante del giorno dopo prevede un apporto calorico molto basso, intorno alle 1000 calorie per il primo giorno e 1200 kcal per il secondo e per questo non può essere seguita più a lungo. Vediamo come farla.

Primo giorno: bere subito appena sveglie un bicchiere di acqua oligominerale a temperatura ambiente con un cucchiaino di succo di limone, poi a colazione mangiare 2 fette biscottate con un velo di marmellata e una tazza di tè verde o di orzo senza zucchero.

Per lo spuntino uno yogurt magro alla frutta o un frutto di stagione e a pranzo una piccola macedonia di mele, pere, ananas e un’insalata mista. A metà pomeriggio uno yogurt magro alla frutta e per cena un piatto di passato di verdure senza patate e legumi, 200 gr. di finocchi e 100 gr. di ricotta di mucca. Durante tutta la giornata sono concessi 3 cucchiaini di olio extravergine di oliva ed è necessario bere almeno un litro e mezzo di acqua naturale.

Secondo giorno: appena sveglie, colazione e spuntino come il primo giorno. A pranzo passato di verdure con 30 gr. di crostini di pane, 30 gr. di prosciutto crudo sgrassato, 2 cucchiaini di semi di anice e finocchio, 200 gr. di insalatina. A merenda una coppetta di macedonia e per cena minestra di riso e spinaci, 200 gr. di filetti di orata (o branzino) al cartoccio, 200 gr. di bietola al vapore e 30 gr. di pane integrale e una frutta a piacere. Stessi condimenti del primo giorno.

Dopo questi due giorni a bassissimo introito calorico si può riprendere un regime alimentare normale purché non si ecceda con i grassi e con le quantità, e si mantenga la sana abitudine di bere circa 2 litri di acqua al giorno, magari integrando con delle tisane disintossicanti, e si preferiscano cibi leggeri e facilmente digeribili come riso, verdure, frutta e yogurt. Senza dimenticare un po’ di sano esercizio fisico.