La dieta dimagrante, in quanto regime alimentare ipocalorico e restrittivo, è molto difficile da mantenere nel tempo. La solidità delle motivazioni che portano una persona a mettersi a dieta dimagrante e dunque a mantenerla, può essere minata in qualsiasi momento.

Quando si sta a dieta dimagrante si vuole soprattutto arrivare al risultato desiderato il prima possibile, ma non sempre le aspettative combaciano con la realtà. Ma quando seguirne una diventa un vero e proprio lavoro, non tutti resistono e per non faticare si ripiega su piccoli escamotage.

Se la parte più difficile non è iniziare una dieta dimagrante ma continuare a seguirla, allora dobbiamo aiutarci senza dubbio con alcune strategie. A tutti piace mangiare dunque non si può pensare di iniziare subito con diete drastiche, si consigliano a seconda delle esigenze diete complete e con un apporto calorico di medio livello, sicuramente non sotto le 1100 calorie.

È importante non saltare i pasti, questa la prima regola per smorzare un po’ la fame giornaliera. Se non si rinuncia agli spuntini e alla colazione il metabolismo non si rallenta e non si rischia né di ingrassare né di avere troppa fame ai pasti successivi, e dunque non ci si abbuffa.

È chiaro a tutti che si deve dare la precedenza alle verdure, sebbene proteine e carboidrati siano fondamentali per l’alimentazione. Come seconda regola dunque si dovrebbe prediligere un’insalata a pranzo piuttosto che un panino o un tramezzino, anche perché è comprovato che se si ha fame ci si mette pochi minuti a mangiare un panino, mentre una bella insalata aiuta il senso di sazietà. Inoltre mangiare velocemente non aiuta la digestione e una digestione lenta è un ostacolo al dimagrimento.

Una terza regola che potrà sembrare strana inizialmente è in realtà un ottimo consiglio, è preferibile infatti servire le pietanze in piatti piccoli. In questo modo il cibo per riempire il piatto sarà proporzionale alla grandezza stessa del piatto. Non si mangerà dunque in eccesso ma saremo comunque soddisfatti del nostro pasto.

Aggiungiamo una quinta regola fondamentale per non avere tentazioni ed è mangiare con calma, godendo di ogni boccone senza ingurgitare tutto velocemente. Chi mangia velocemente continua ad avere fame e continua a mangiare proprio perché non ha l’idea di sazietà.

È molto importante anche andare a mangiare al ristorante, non bisogna precludersi nulla altrimenti tutto diventerà un obbligo difficile da rispettare, ma quando si esce a cena fuori è consigliabile non abbuffarsi. Un altro ottimo consiglio dunque è quello di stabilire un limite e decidere di mangiare mezza porzione piuttosto che l’intero piatto.

È fondamentale inoltre mangiare seduti a tavola e non in piedi al volo in cucina, ma neanche davanti alla TV. Anche se molti non lo immaginano, il cervello essendo occupato a seguire altre cose, non si concentra sul cibo e quindi non ci si rende conto della quantità di calorie che si possono assumere.

Un altro consiglio utile è quello di non riempire la dispensa con cibi tentatori, poiché se non si ha in casa la tentazione è più facile rispettare la dieta dimagrante, perciò possiamo anche consigliare di andare a fare la spesa con la pancia piena per non essere tentati di comprare dolciumi e cibi grassi.

In ultimo possiamo aggiungere l’importanza di bere acqua, almeno 2 litri al giorno. Bere aiuta da un lato il senso di sazietà e dall’altro la salute stessa. L’acqua tuttavia va gestita nell’arco di tutta la giornata e non va consumata tutta insieme.

Questi dunque alcuni piccoli consigli per aiutare una dieta ad andare avanti senza troppi imprevisti.

Fonte: Libero.